Dubbi dopo un’interruzione di gravidanza

Professoressa Anna Maria Marconi A cura di Professoressa Anna Maria Marconi Pubblicato il 18/05/2021 Aggiornato il 18/05/2021

Dopo un aborto, in presenza di sanguinamento e con un test di gravidanza che continua a essere positivo è opportuno effettuare un controllo ecografico.

Una domanda di: Luisa
Vi contatto per avere dei chiarimenti.
Sono una ragazza di 28 anni, a metà aprile ho fatto un aborto spontaneo farmacologico, per più di venti giorni abbondanti, ho avuto continue perdite di sangue.
Dopo circa una settimana dalla fine di queste perdite, ho avuto un rapporto non protetto con il mio partner, successivamente circa 10 giorni dopo, una mattina mi alzo con delle nausea, faccio il test di gravidanza e risulto positiva a due settimane circa, ma nello stesso giorno inizio ad avere perdite di sangue.
Per un primo momento lievi ma poi con il passare del tempo sempre più abbondanti e continue,con leggeri dolori all’addome come i classici sintomi delle mestruazioni.
Queste perdite mi sono durate 11giorni, rientra tutto nella normalità oppure ho avuto un aborto spontaneo? Grazie.
Anna Maria Marconi
Anna Maria Marconi

Gentile signora, senza mai aver fatto un’ecografia è veramente difficile risponderle. Oltretutto non ci dice se ha ripetuto un test di gravidanza dopo le perdite. Forse sarebbe meglio facesse una visita ginecologica con ecografia e spiegasse dal vivo tutto quanto. Parla inoltre di aborto spontaneo farmacologico e non è chiaro quindi se sia stato spontaneo o se si sia trattato di un’IVG (interruzione volontaria della gravidanza). Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti