Dubbi nonostante le rassicurazioni della ginecologa

Professor Giovanni Battista Nardelli A cura di Professor Giovanni Battista Nardelli Pubblicato il 19/09/2022 Aggiornato il 19/09/2022

Se la specialista che effettua l'ecografia assicura che non c'è ragione di allarmarsi di fronte a un'immagine che, però, richiede di essere approfondita è opportuno darle credito.

Una domanda di: Maria
Buongiorno dottore, sono in dolce attesa ed ieri ho fatto un’ecografia. Sono nella 28 settimana. Dall’esame è emerso che il ventricolo cerebrale sinistro è di 10,4 mm mentre il destro 7,6 mm. La mia ginecologa vuole rivedermi tra 10 giorni ma sono preoccupata, anche se mi ha detto che non è patologico a queste misure. Purtroppo leggendo sul web mi sono confusa di molto. Saprebbe darmi più chiarezza in merito? Grazie.
Giovanni Battista Nardelli
Giovanni Battista Nardelli

Gentilissima Signora, quano un adulto esegue una TAC o un RNM il soggetto è in decubito supino (a pancia in su) e le sezioni radiologiche avvengono con avanzamenti prestabiliti a seconda di ciò che si desidera studiare. L’ecografia nell’adulto e dei feti in utero non seguono la stessa modalità perché la sonda ecografica può essere inclinata in tantissime proiezioni, tutte finalizzate ad evidenziare le strutture di interesse. Nel suo caso, è sufficiente che un organo pari (due ventricoli, due testicoli, due polmoni, due reni, ecc.) non siano allineati sulla stessa proiezione ed automaticamente uno appare più grande dell’altro e viceversa. Da quello che lei scrive, non è stata rilevata alcuna patologia e, giustamente, la sua ginecologa attende nuovi decubiti fetali per poter identificare la simmetria dei due ventricoli. Tranquilla ed attenda il nuovo controllo, perchè neanche lei può obbligare suo figlio a “mettere la testa a posto”, neanche dopo la nascita. Molto cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti