Dubbi nonostante le rassicurazioni della ginecologa

Professor Giovanni Battista Nardelli A cura di Professor Giovanni Battista Nardelli Pubblicato il 19/09/2022 Aggiornato il 19/09/2022

Se la specialista che effettua l'ecografia assicura che non c'è ragione di allarmarsi di fronte a un'immagine che, però, richiede di essere approfondita è opportuno darle credito.

Una domanda di: Maria
Buongiorno dottore, sono in dolce attesa ed ieri ho fatto un’ecografia. Sono nella 28 settimana. Dall’esame è emerso che il ventricolo cerebrale sinistro è di 10,4 mm mentre il destro 7,6 mm. La mia ginecologa vuole rivedermi tra 10 giorni ma sono preoccupata, anche se mi ha detto che non è patologico a queste misure. Purtroppo leggendo sul web mi sono confusa di molto. Saprebbe darmi più chiarezza in merito? Grazie.
Giovanni Battista Nardelli
Giovanni Battista Nardelli

Gentilissima Signora, quano un adulto esegue una TAC o un RNM il soggetto è in decubito supino (a pancia in su) e le sezioni radiologiche avvengono con avanzamenti prestabiliti a seconda di ciò che si desidera studiare. L’ecografia nell’adulto e dei feti in utero non seguono la stessa modalità perché la sonda ecografica può essere inclinata in tantissime proiezioni, tutte finalizzate ad evidenziare le strutture di interesse. Nel suo caso, è sufficiente che un organo pari (due ventricoli, due testicoli, due polmoni, due reni, ecc.) non siano allineati sulla stessa proiezione ed automaticamente uno appare più grande dell’altro e viceversa. Da quello che lei scrive, non è stata rilevata alcuna patologia e, giustamente, la sua ginecologa attende nuovi decubiti fetali per poter identificare la simmetria dei due ventricoli. Tranquilla ed attenda il nuovo controllo, perchè neanche lei può obbligare suo figlio a “mettere la testa a posto”, neanche dopo la nascita. Molto cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti