Dubbi sulla paternità

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 17/06/2019 Aggiornato il 17/06/2019

Quando la datazione della gravidanza viene fatta mediante l'ecografia diventa più semplice risalire al giorno del concepimento.

Una domanda di: Jasmine
Vorrei sapere i margini di errore della datazione dal concepimento..premetto che io ho sempre avuto un ciclo non regolare, a dicembre 2018 l’ho proprio
saltato, poi l’ho avuto il 15 gennaio 2019 e il 16 maggio ho saputo di essere incinta di 14 settimane. L’ecografia me l’ ha datata al 7 febbraio. Io ho avuto un rapporto con il mio
ex il 1° febbraio e con il mio attuale ragazzo l’ 11 febbraio. Ora ho il dubbio sulla paternità: vorrei un suo parere. Grazie.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, capisco la sua apprensione e mi sento di rincuorarla sul fatto che, in base alle informazioni che mi ha dato, è altamente probabile che il concepimento sia avvenuto per lei attorno al 18 febbraio e, di conseguenza, il rapporto fecondante non può essere quello del primo febbraio ma è invece quello avvenuto in data 11 febbraio. Lo posso affermare in quanto sappiamo che gli spermatozoi possono sopravvivere al massimo 7 giorni durante il periodo fertile (hanno invece le ore contate se arrivano in vagina al momento sbagliato, ossia nei giorni non fertili, ma questa è un’altra storia…) e sarei anche curiosa di sapere se magari lei sia in attesa di una bambina…infatti sembra che siano gli spermatozoi con la X quelli più lenti ma più “resistenti”, mentre quelli che portano la Y sono più veloci ma con meno resistenza in termini di giorni di sopravvivenza.
In base alla datazione ecografica, lei ha avuto l’ovulazione praticamente una settimana dopo il rapporto fecondante, motivo per cui mi sono azzardata a fare questa riflessione ulteriore sul sesso del nascituro, mi dirà se ho fatto l’ipotesi corretta.
Non tema quindi per la paternità e, se fosse davvero una bimba, vedrà che sarà tutta il suo papà! Cordialmente.
——————————————–

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

C’è una pianta officinale per favorire la lattazione?

17/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonello Sannia

Esiste una buona documentazione scientifica che comprova gli effetti benefici del Cardo mariano sulla lattazione.   »

Dosaggio delle beta-hCG a nove giorni dal rapporto a rischio

12/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Un prelievo di sangue effettuato a pochi giorni dal rapporto sessuale per verificare se il concepimento è avvenuto fornisce un risultato non attendibile, Meglio evitare.   »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti