Dubbio sul dosaggio dell’acido folico

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 19/11/2020 Aggiornato il 19/11/2020

Il medico curante può stabilire una posologia diversa da quella standard sulla base del singolo caso.

Una domanda di: Stefania
Salve, sto cercando di avere una gravidanza, il dottore mi ha detto di iniziare fin da subito ad assumere acido folico da 5 mg (folina), ma sul web
leggo che prima della gravidanza ne raccomandano una dose da 4 mg al giorno. Come devo comportarmi?
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Stefania,
la dose di acido folico generalmente raccomandata come prevenzione dei difetti del tubo neurale del bambino è di 400 microgrammi (0,4 milligrammi) al giorno, da assumere almeno un mese prima del concepimento, idealmente almeno tre mesi, e da proseguire per tutto il primo trimestre. Sono disponibili farmaci, rimborsabili dal servizio sanitario nazionale, che contengono questo dosaggio.
In donne che hanno un rischio elevato di averae un figlio con difetti del tubo neurale, per esempio per la presenza di casi in famiglia o per aver già affrontato l’esperienza in precedenti gravidanze oppure perché in cura con particolari farmaci antiepilettici, è consigliata una dose maggiore.
Alcuni studi hanno osservato un aumento del rischio di autismo associato all’assunzione in gravidanza di dosi elevate di acido folico, ma si tratta di un’ipotesi al momento non supportata da solide prove scientifiche e non è da escludere che siano altre le variabili che influiscono sul maggior rischio.
Posto tutto questo, l’indicazione del dosaggio di farmaci e integratori, quindi anche dell’acido folico, spetta al medico curante, che la effettua sulla base della valutazione individuale. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti