Dubbio sul vaccino antipertosse in gravidanza

Dottor Antonio Clavenna A cura di Dottor Antonio Clavenna Pubblicato il 04/05/2020 Aggiornato il 04/05/2020

Sottoporsi al vaccino antipertosse in gravidanza non espone a rischi e assicura il grande vantaggio di proteggere il neonato dalla malattia.

Una domanda di: Sara
Buongiorno, mi è stato consigliato di fare il vaccino per la pertosse in questa gravidanza. Io sono preoccupata che possa far male bambino. È sicuro?
Antonio Clavenna
Antonio Clavenna

Gentile Sara,
gli studi sull’uso del vaccino difterite-tetano-pertosse in gravidanza non hanno documentato un aumento dei rischi per il feto.
Al contrario, la vaccinazione antipertosse (somministrata insieme al vaccino contro difterite e tetano) è efficace nel ridurre il rischio per il neonato di contrarre questa malattia nei primi mesi di vita, prima cioè di poter essere vaccinato e in un periodo in cui le complicanze della malattia possono essere gravi.
Gli anticorpi prodotti dalla mamma in seguito alla vaccinazione passano al feto e rimangono nel neonato per alcune settimane, proteggendolo dall’infezione.
Il periodo ideale per effettuare la vaccinazione è tra la 27a e la 30a settimana di gravidanza.
Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti