Dubbio sulle beta-hCG e sull’ecografia

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 18/02/2021 Aggiornato il 18/02/2021

In linea teorica la camera gestazionale dovrebbero essere individuabile con l'ecografia quando i valori nel sangue dell'ormone gonadotropina corionica umana sono intorno a 1000.

Una domanda di: Mic
Salve,
ho 36 anni e da un paio di settimane ho scoperto di essere incinta.
L’ultima mestruazione è stata il 22 dicembre, ma so di aver ovulato tardi (monitoro con
stick canadesi) intorno al 13 gennaio quindi dovrei essere a 5+3 se non
erro. Ieri ho fatto la prima ecografia interna e non era visibile nulla, nemmeno
la camera gestazionale.
Per escludere una gravidaza extrauterina, oggi ho fatto le beta e il valore è di 150mUI/mL.
La mia ginecologa mi ha scritto solo “rivediamoci tra 10 giorni”, ma a me
spaventa questo valore, mi sembra basso e ho paura soprattutto di una
gravidanza extra uterina.
Secondo lei devo rifare il dosaggio delle beta?
Il quadro le sembra molto anomalo?
Grazie mille.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, mi perdoni se le rispondo così in ritardo…non ce l’ho proprio fatta prima d’ora!
Magari nel frattempo lei ha rifatto l’ecografia e si è vista la camera in utero: glielo auguro! In questo caso, vorrebbe dire che il concepimento è avvenuto magari più avanti del 13 gennaio (per esempio verso il 16 o 17 gennaio) nonostante gli stick le indicassero diversamente. Questo spiegherebbe come mai non si sia vista la camera gestazionale al primo controllo ecografico del 4 febbraio scorso. Tenga presente che per vedere la camera gestazionale in utero, solitamente il valore delle beta-hCG deve aggirarsi intorno alle 1000 unità mentre lei aveva valori positivi ma decisamente inferiori.
Rispetto alla gravidanza extra-uterina, le direi di non avere timore: è una evenienza piuttosto rara e la si sospetta proprio osservando un valore di beta-hCG pari o superiore a 1000 unità, senza riscontro della camera gestazionale all’interno dell’utero. Dal punto di vista clinico, si potrebbe manifestare con perdite ematiche ricorrenti o dolori pelvici importanti, quindi con sintomi simili alla minaccia d’aborto, gli stessi per cui è giustificato recarsi in pronto soccorso ostetrico per accertarsi dell’evolutività della gravidanza stessa.
Le avrei consigliato quindi di aspettare a ripetere il dosaggio delle beta, di limitarsi ad eseguire l’ecografia ostetrica a distanza di dieci giorni e solo in caso di mancata visualizzazione della camera gestazionale in utero all’ecografia le avrei indicato il dosaggio delle beta-hCG.
Spero stia procedendo tutto per il meglio, la saluto e rimango a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ragazzina di 12 anni con problemi di comportamento

04/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

I 12 anni possono essere un'età complicata, ma la pazienza unita a un ascolto attento e affettuoso possono aiutare a fronteggiarli senza troppi scossoni.   »

Fibromi in gravidanza: sono pericolosi?

02/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I fibromi in sé non costituiscono un pericolo per il bambino in utero, tuttavia è importante tenerli monitorati.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti