Dubbio sull’esito della isteosalpingografia

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 13/10/2020 Aggiornato il 13/10/2020

L'isterosalpingografia serve a valutare la condizione di utero e tube. Se queste ultime risultano aperte, l'esito dell'indagine può essere giudicato favorevole.

Una domanda di: Fabiana
Vorrei chiedere supporto per capire l’esito della mia isterosalpinografia:
All’esame diretto del piccolo bacino non particolari di rilievo. Attraverso isterosalpingografo convenzionale viene introdotto mdc idrosolubile ad
opacizzare cavità uterina con morfologia e dimensioni nella norma, lievemente laterodeviata verso destra, non si evidenziano significativi
difetti di riempimento al suo lume.
Le tube sono pervie, regolarmente canalizzate sino alla porzione ampollare bilateralmente e con conservato passaggio di mdc in cavo peritoneale
bilateralmente, evidenziandosi tardivamente tendenza al ristagno nella pelvi di mdc in possibile rapporto a modesti fenomeni aderenziali.
È positivo il risultato? Capisco che le tube sono aperte, che è già buono, ma non sono sicura che sia tutto completamente a posto.
Grazie della disponibilità.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Gentile signora, direi che la sua isterosalpingografia è andata molto bene: l’utero e le tube hanno anatomia regolare e in particolare le tube sono pervie ossia aperte al passaggio del mezzo di contrasto in tutta la loro lunghezza (la porzione ampollare è quella più lontana dall’utero, dove avviene il fatidico incontro tra la cellula uovo e gli spermatozoi in occasione del concepimento)
Oltrepassate le tube, il mezzo di contrasto arriva nella pelvi e qui il radiologo ha segnalato una tendenza al ristagno dello stesso mezzo di contrasto, collegabile a delle possibili aderenze di minima entità. In caso lei non avesse sintomi particolari a carico del transito intestinale (ossia stipsi cronica) o storia di interventi chirurgici pregressi sull’addome (ad esempio appendicectomia) o infine storia suggestiva per endometriosi non darei troppo peso a quest’ultima informazione.
Dato che questo esame viene solitamente effettuato per confermare la pervietà delle tube, direi che nel suo caso è andato bene e che quindi lei non presenta ostacoli sul piano anatomico al concepimento spontaneo (sempre che siate interessati a ricercare una gravidanza!)…speriamo di risentirci presto con buone nuove! Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti