Dubbio sull’esito delle indagini sullo sperma

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 02/08/2021 Aggiornato il 02/08/2021

Nel caso in cui venga rilevato uno stato infiammatorio che coivolge l'apparato genitale, è consigliabile effettuare anche un tampone uretrale.

Una domanda di: Giulia
Io e il mio compagno (entrambi 37 anni) stiamo cercando di avere un bimbo, è
passato quasi un anno da quando abbiamo cominciato la ricerca, ma ancora
nulla. Sia io che lui abbiamo provveduto a fare vari controlli (io i
classici esami del sangue ormonali e risulta tutto ok, lui spermiogramma,
visita andrologica e spermiocoltura.)
Le allego l’ultimo spermiogramma effettuato, gentilmente potrei avere un
parere? E’ buono o devo preoccuparmi? Preciso che qualche anno fa è stato
operato di varicocele di II grado.
Inoltre l’andrologo gli ha consigliato degli integratori da prendere
(Fertiduo).
La cosa che però ho scoperto è che anni fa aveva già fatto altre volte lo
spermiogramma e sulla ricetta medica c’era scritto come diagnosi
“infertilità” e l’esito dello spermiogramma riportava nelle conclusioni
teratozoospermia.
In tuttoquesto volevo sapere se c’è la possibilità di rimanere incinta in
modo naturale o se invece bisogna ricorrere a delle tecniche particolari.
La ringrazio per la risposta.
Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora,
lo spemiogramma sembra normale per quanto riguarda le caratteristiche degli spermatozoi. Ci sono però motli globuli bianchi, indicativi di infiammazione o infezione. Suggerirei oltre alla spermiocoltura un tampone uretrale per comprendere l’origine dello stato infiammatorio. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti