Due contraccettivi di emergenza perché l'”anello” è scivolato all’esterno

Dottor Bruno Mozzanega A cura di Dottor Bruno Mozzanega Pubblicato il 03/08/2022 Aggiornato il 03/08/2022

Sei ore di privazione dal farmaco rilasciato dall'anello contraccettivo non sono certo sufficienti per consentire che avvenga l'ovulazione.

Una domanda di: Giorgia
Buongiorno, uso nuvaring da 1 anno, durante il rapporto l’anello è uscito fuori (cosa mai successa) non mi sono accorta pensavo fosse all’interno, dopo 8 ore mi accorgo lo inserisco, lo stesso giorno ho preso ellaone perché non ero protetta. Passano 7 giorni ho di nuovo rapporto il mio anello è sempre all’interno non ero sicura di essere protetta la farmacista mi ha consigliato di nuovo ellaone perché era il primo giorno fertile. La mia domanda sono protetta?
Bruno Mozzanega
Bruno Mozzanega

Gentile signora,
quello che riferisce mi pare una vicenda assurda..
Non c’era alcun bisogno della prima compressa di ellaOne e meno che mai della seconda.
La pillola quotidiana e l’anello rendono il muco impenetrabile dagli spermatozoi. Inoltre, non bastano sei ore di privazione del farmaco per far partire un processo di maturazione dei follicoli da cui ha origine, dopo due settimane, l’ovulazione.
Questa assurdità capitano perché la popolazione è disinformata sui meccanismi della fertilità e riceve consulenza da operatori (nel caso specifico la farmacista, donna, peraltro) che ne sanno ancora di meno e consigliano senza avere competenza.
Basterebbero due nozioni di endocrinologia che, però, il farmacista non è tenuto ad avere.
In ogni caso in questo ciclo usi metodi alternativi (preservativo, per esmepio), perché ellaOne – anti progestinico che impedisce l’annidamento – sta verosimilmente contrastando l’effetto progestinico di nuvaring che è quello che è alla base del meccanismo anti-ovulatorio dell’anello. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Assorbenti interni: li può usare una ragazzina di 11 anni?

16/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Sara De Carolis

Non ci sono controindicazioni mediche all'uso degli assorbenti interni fin dalla prima adolescenza. Va tenuto presente, però, che per applicarli correttamente la ragazzina deve imparare a conoscere bene la propria anatomia.   »

Bimbo di tre anni che dà testate e pizzicotti quando è contento

15/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Ci sono gesti che compie il bambino che è opportuno impedire: per farlo occorrono toni e atteggiamenti di affettuosa determinazione.   »

Lo zucchero è vietato in assoluto ai bambini?

14/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Alimenti e bevande contenenti lo zucchero che si usa normalmente in cucina a scopo dolcificante non sono vietati in assoluto, ma non è certo opportuno concederli ogni giorno. In un'ottica di dieta sana devono essere introdotti solo occasionalmente (e questo vale anche per gli adulti).   »

Fai la tua domanda agli specialisti