Due pillole dimenticate: posso essere incinta?

Dottoressa Elisabetta Canitano A cura di Dottoressa Elisabetta Canitano Pubblicato il 17/08/2022 Aggiornato il 17/08/2022

Non sono poi così tane le gravidanze che iniziano perché ci si è dimenticate di prendere la pillola.

Una domanda di: Fabiola
Salve dottoressa, assumo la pillola Drovelis da tre mesi, è questo mese a causa di stress ho dimenticato la 22 e 23 esima pillola, prendendole contemporaneamente alla 24esima, e quel giorno avevo avuto rapporti completi, ho finito le placebo aspettando il ciclo che non è arrivato, ho ricominciato il blister nuovo ed al quinto giorno per la troppa ansia ho assunto la ella one, rischio una gravidanza? La ringrazio in anticipo per l’aiuto.
Elisabetta Canitano
Elisabetta Canitano

Salve. In genere non si verificano troppe gravidanze con le dimenticanze della pillola ma nell’insieme diciamo che avrebbe dovuto non assumere le pillole placebo né Ellaone dopo tutti quei giorni. Ellaone riduce l’effetto della pillola contraccettiva e quindi in generale se desidera rafforzare l’effetto della pillola è meglio Norlevo. Ora direi di continuare con l’assunzione della pillola e di fare un test alla fine della scatola. Ripeto sono veramente rare le gravidanze dopo dimenticanze della pillola ma per massima sicurezza meglio fare il test di gravidanza: così si toglierà ogni dubbio. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti