Due sacchi vitellini, ma un solo embrione: cosa è successo?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 11/06/2024 Aggiornato il 11/06/2024

Può capitare che una gravidanza inizi gemellare ma che poi uno dei due embrioni venga riassorbito, lasciando come traccia di sé solo il sacco vitellino.

Una domanda di: Margherita
Salve, sono una donna di 44 anni, sono alla seconda gravidanza, avuta naturalmente, sono alla 7 settimana. Dall’ecografia si sono visti due sacchi vitellini, una camera gestazionale con un solo embrione: la ginecologa dice che devo fare le beta, perché non sono molto alte e non rispecchiano quello che dovrebbero essere se fosse una gravidanza gemellare. Lei cosa ne pensa?
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Margherita,
invito sempre le pazienti a fare attento riferimento a quanto indicato dai propri curanti che hanno in mano tutte le informazioni che io ricevo invece in modo parziale.
Mi sono consultato con il dottor Castagna, nostro specialista in ecografie prenatali, e pensiamo che questa gravidanza sia esordita come gemellare, che uno degli embrioni si sia riassorbito, e che la traccia della sua presenza sia rappresentata solo dal residuo sacco vitellino.
Questo non deve stupirla perché sacco vitellino e placenta, che vengono considerati annessi embrionari, sono sostituiti da cellule molto resistenti, mentre quelle embrionarie sono molto esigenti da un punto di vista nutritivo e scompaiono più facilmente.
Per fare un esempio, dalla scomparsa del battito fetale la placenta persiste attiva per circa 14 giorni e anche nelle interruzioni di gravidanza volontarie il test di gravidanza può essere positivo fino a 15 giorni dall’intervento.
Quindi queste sono le basi biologiche per interpretare la situazione.
In considerazione della sua età dovrà valutare se condurre accertamenti citogenetici sull’assetto cromosomico del concepito e tramite quale metodica.
Un saluto cordiale.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti