E’ bene vaccinare contro il Rotavirus? Assolutamente sì.

Professore Alberto Villani A cura di Professore Alberto Villani Pubblicato il 12/06/2018 Aggiornato il 31/07/2018

Il Rotavirus è un microorganismo che può causare problemi molto meno banali di quanto in genere si crede, soprattutto nei piccolissimi. Meglio dunque vaccinare il bambino, dato che fortunatamente esiste questa opportunità (ed è gratuita).

Una domanda di: Velentina
Buongiorno, mia figlia di due mesi e mezzo farà settimana prossima i suoi
primi vaccini (esavalente e pneumococco). Mi è stato proposto di fare
insieme a questi due vaccini anche il vaccino contro il rotavirus: io
vorrei non farlo in quanto mia figlia non andrà al nido prima dei 16 mesi
minimo ( probabilmente comunque non prima dei 24), non abbiamo altri bambini
in casa e, inoltre, anche qualora dovesse prendere il rotavirus, so che è un
problema ormai facilmente curabile (nella peggiore delle ipotesi ci vorrebbe
un ricovero in ospedale per reidratarla, ma proprio nella peggiore delle
ipotesi e comunque non avrebbe conseguenze a lungo termine).
Alla luce di tutte queste considerazioni, lei mi consiglia comunque di fare
il vaccino? (forse c’è qualcosa che mi sfugge e non ho considerato).
Grazie mille.
Alberto Villani
Alberto Villani

Gentile signora, il vaccino contro il Rotavirus è un vaccino sicuro e di grande aiuto. E’ tra i 4 vaccini (antipneumococco, antirotavirus, antimeningococco B e antimeningococco C) che vengono promossi in maniera attiva (vengono informati i genitori sulla necessità di praticare la vaccinazione) e gratuita (non è richiesto alcun pagamento). L’infezione da Rotavirus è molto meno banale di quello che normalmente viene considerato. La gastroenterite può essere grave e condurre a una disidratazione molto impegnativa e che può mettere in pericolo la vita, in particolare di un lattante. Ma il Rotavirus può essere responsabile, in casi straordinari, anche di sepsi (infezioni generalizzate) e infezioni del Sistema Nervoso Centrale (encefaliti). Consiglio quindi molto caldamente la vaccinazione, arma sicura ed efficace contro un germe che può creare non pochi problemi. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti