E’ possibile iniziare una gravidanza dopo la legatura delle tube?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 30/08/2019 Aggiornato il 30/08/2019

La possibilità di rimanere incinta dopo l'intervento di legatura delle tube è remota, quindi non è opportuno metterla subito in conto in caso di mancato arrivo delle mestruazioni.

Una domanda di: Laura
Avrei bisogno di avere chiarimenti circa la possibilità di avere
una gravidanza dopo la legature delle tube. Io ho effettuato questo intervento durante il mio terzo cesareo due anni e
mezzo fa. Ho 43 anni e non desidero una quarta gravidanza. Ho però un ritardo di qualche giorno, non so quantificare precisamente, in
quanto non ho segnato il giorno in cui ho avuto l’ultimo ciclo, perche ero sicura della legatura. Sono sicura di avere avuto le mestruazioni la settimana prima del 29 luglio, in quanto ho
avuto un matrimonio in famiglia e non ero indisposta.
Adesso sono tre-quattro giorni che mi sento molto strana, ho tutti i sintomi della gravidanza, seno gonfio e dolorante, nausea, bocca amara e impastata,
perdite bianche, peso al basso ventre, pressione bassa e giramenti di testa.
Sono gli stessi avuti nelle mie tre precedenti gravidanze. Adesso le domande sono: potrei essere incinta veramente? Potrebbe essere una
gravidanza extrauterina? Menopausa? Cisti o altro? Non ho fatto il test di gravidanza perche mi sembra assurdo, mi dica come
devo muovermi. La ringrazio e attendo trepidante.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, capisco la sua ansia e incredulità di poter essere nuovamente incinta nonostante la legatura delle tube pregressa.
In realtà, esiste la remota possibilità (inferiore all’1% delle donne sottoposte a questa procedura) che le tube si ricanalizzino dopo essere state legate e sezionate, ripristinando quindi la fertilità.
Tuttavia, terrei questa ipotesi come ultima nella scala delle probabilità.
Direi di fare il test di gravidanza per togliersi ogni dubbio, ma a mio avviso i sintomi che lei riporta sono legati all’ormone progesterone, tipico sia della gravidanza che della seconda fase del ciclo ovarico (quella che segue l’ovulazione e precede la mestruazione per intenderci).
Di certo non si tratta della menopausa in quanto si verifica ad un’età più avanzata della sua, i sintomi sono diversi e occorrono 12 mesi di assenza del ciclo mestruale per poter essere certi della fine della fertilità femminile.
Se è un po’ di tempo (almeno un anno) che non effettua controlli ginecologici, il mio consiglio è di approfittare di questo piccolo ritardo del ciclo per programmare una visita a breve scadenza…se possibile subito dopo la fine della mestruazione che a mio avviso non tarderà ancora molto ad arrivare.
Spero di averla aiutata, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti