Ecografia dopo la PMA: l’embrione si vede bene, ma il battito del cuoricino no

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 04/12/2023 Aggiornato il 04/12/2023

Di solito, nella sesta settimana di gravidanza, soprattutto se l'embrione con l'ecografo si vede molto bene, dovrebbe essere individuabile anche il battito del cuoricino. Se non accade, bisogna attendere una successiva ecografia per capire se la gravidanza è in evoluzione o no.

Una domanda di: Giulia
Salve Dottoressa, ho seguito un percorso di PMA, il 2 novembre ho fatto un transfer in terza giornata ed il 13 novembre le beta sono risultate positive con valore di 215. Le ho ripetute ogni tre-quattro giorni e sono cresciute bene, le ultime le ho fatte lunedì 27 dove avevano un valore di 22.332.
Giovedì scorso (23 novembre) ho effettuato una prima eco ma si intravedeva non troppo bene l’embrione in utero e la camera gestazionale. Oggi, a distanza di una settimana esatta, ho ripetuto l’ecografia, l’embrione si vedeva bene e si vedeva anche il sacco vitellino, ma purtroppo ancora nessun battito. È normale?
Domani ripeterò le beta e la prossima settimana farò di nuovo l’ecografia, ma nel mentre mi sto facendo mille domande e ho tanta paura. Grazie mille.

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve cara signora, immagino la sua trepidazione in questi giorni e il nodo alla gola nell’eventualità che le cose non stiano più andando per il meglio.
Le sue beta sono effettivamente aumentate molto bene e in base al transfer del 2 novembre lei oggi dovrebbe risultare incinta di 6 settimane (4 dal concepimento o transfer).
In teoria se in ecografia si vede “molto bene” l’embrione, ci aspettiamo di visualizzare anche il suo battito cardiaco, tuttavia lei non mi ha riportato le misure di questo “fagiolino” e quindi non riesco a sbilanciarmi sull’evolutività o meno di questa gravidanza.
Posso dirle che a 6 settimane ci aspettiamo un embrione lungo tra i 5 e gli 8 millimetri e di solito a quest’epoca si riesce anche a visualizzare il battito del suo cuoricino.
Capisco che dover attendere una settimana per sapere cosa ne è di questa avventura meravigliosa le sembrerà un’eternità ma rivederla prima potrebbe non essere dirimente.
Magari il dosaggio delle beta-hCG mostrerà un incremento e potremo tirare un sospiro di sollievo: glielo auguro di cuore!
Qualora le analisi mostrassero delle beta-hCG poco aumentate o addirittura in decremento, potremmo dare spazio al dubbio che l’ultima ecografia ha sollevato, ossia che la gravidanza non stia procedendo per il meglio.
Comunque solo il successivo controllo ecografico ci potrà dare la conferma definitiva.
Fino ad allora conviene essere fiduciosi che il suo piccolo eroe ce la stia mettendo tutta per crescere al ritmo vertiginoso degli inizi.
Spero di averla rincuorata, mi tenga aggiornata se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti