Ecografia e dimensioni del bambino modeste: cosa può essere?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 24/02/2020 Aggiornato il 25/02/2020

Le ragiono per le quali il bambino durante la gravidanza cresce poco possono essere varie: solo successive ecografie di controllo riescono a stabilire quale può essere.

Una domanda di: Jessica
Avrei tante domande da fare ma una che non mi fa dormire da qualche giorno: ho fatto la morfologica e risultano delle misure troppo
piccole… dbp…circ cranica….dtc…il medico mi ha consigliato di fare una ecografia di secondo livello! Peccato che debba aspettare la bellezza di una
settimana! Il medico era di poche parole e non mi ha affatto rassicurata… anzi. Cosa posso pensare? E’ così grave?

Elisa Valmori
Elisa Valmori

Gentile signora, con le informazioni che mi ha fornito non riesco ad essere molto precisa nella mia risposta.
Non mi ha indicato la data della sua ultima mestruazione, eventuale ridatazione ecografica nel primo trimestre, la data dell’ecografia morfologica, le misure rilevate…
Le posso dire che trovare posto per un’ecografia di secondo livello in una settimana è già un grande traguardo, anche se capisco che a lei sembri un’eternità.
Nel suo caso, dato che tutti i parametri sono più piccoli rispetto alle attese, potrebbe anche darsi che non si sia tenuto conto di una ridatazione ecografica precedentemente posta (ossia, il bambino è più piccolo ma perché è stato concepito in ritardo rispetto alla data della sua ultima mestruazione), oppure il bambino è cresciuto poco perché lei ha perso parecchio peso nei primi mesi, oppure fumato più sigarette del “dovuto” (che sarebbe pari a zero, naturalmente!), oppure non si è risparmiata mai finora e ha lavorato a spron battuto senza mai fermarsi…
In ogni caso, per poter verificare che un bambino stia crescendo in utero, occorrono controlli a distanza di almeno una settimana, altrimenti non sono dirimenti.
Inoltre, in caso di dubbio iposviluppo fetale, l’indicazione è quella di seguire la crescita intrauterina con controlli seriati, così da osservare se questa crescita si mantiene nel tempo (si parla di centili, tra il decimo e il novantesimo centile siamo nell’ambito della normalità, al di sopra e al di sotto siamo nella possibile patologia).
La prego di non angosciarsi così, perché non sappiamo ancora se davvero ci sia un problema o meno.
E’ importante che lei ascolti i primi movimenti del suo bambino e gli racconti a voce tutte le sue paure…vedrà che vi farete compagnia!
Spero di averle dato un po’ di fiducia, a risentirla volentieri se desidera tenermi aggiornata, cordialmente

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti