Embrione e cuoricino non rilevabili in ottava settimana di gravidanza

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 23/05/2023 Aggiornato il 23/05/2023

Di norma, l'ecografia riesce a visualizzare l'embrione anche molto prima dell'ottava settimana di gravidanza epoca in cui, se tutto va bene, è raro che non si riesca a individuare con gli ultrasuoni.

Una domanda di: Carla
Il mio ultimo ciclo è stato il 21 marzo ma i miei due unici rapporti sono stati il 4/04 e il 10/04 . La mia prima visita è stata il 24/04 (avendo un istmocele ho voluto accertarmi subito che la gravidanza fosse nel posto giusto ) nell’eco era evidente solo la camera gestazionale. Il 16/05 il sacco vitellino bello presente e annidato molto alla parete dell’ utero ma niente battito e niente embrione sviluppato. Credo di essere ancora nella 5 settimana e non nella 6 come si pensava. La mia domanda è: posso essere rimasta incinta il 10 (9 giorni prima del prossimo ciclo) e quindi semplicemente è ancora piccolo e non si vede per questo motivo ? Grazie per la vostra risposta in anticipo.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora, secondo il calcolo ostetrico che prende in considerazione la data di inizio dell’ultima mestruazione (il 21 marzo, nel caso specifico) lei il giorno 16 maggio era entrata nell’ottava settimana di gravidanza (non nella quinta o sesta). In quest’epoca, se la gravidanza è evolutiva l’embrione e il battito del suo cuoricino devono essere visibili all’ecografia. Mi chiedo che cosa le abbia detto il ginecologo che ha effettuato l’ecografia perché lei di questo non mi riferisce nulla: non credo che si sia limitato a osservare l’assenza dell’embrione senza fare ipotesi e senza neppure esprimersi in un commento. Comunque sia, se, secondo il collega che ha effettuato il controllo, c’è margine di speranza per questa gravidanza, in quanto il concepimento potrebbe essere avvenuto molto dopo rispetto alla data presunta, per chiarire la situazione occorre attendere il prossimo controllo ecografico che immagino le sia stato fissato a breve. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Cisti del dotto tireoglosso in una bimba di due anni: si deve operare?

30/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

Le cisti del dotto tireoglosso vanno sempre rimosse chirurgicamente, quando farlo dipende dal numero di infiammazioni a cui vanno incontro. La decisione spetta comunque al chirurgo pediatra.   »

Broncospasmo: c’è un modo per prevenirlo?

29/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

ll respiro con sibilo espiratorio spesso è legato a un'infezione virale respiratoria ed è molto comune nei bambini piccoli. Tende a sparire in età scolare ma se persiste rende oppurtuno effettuare un test cutaneo per le allergie.   »

Mancato concepimento: può essere colpa di un’incompatibilità di coppia?

29/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

L'ipotesi che la gravidanza non si avvi a causa di un'incompatibilità di coppia è attraente per chi si occupa di infertilità, ma non ha alcun fondamento scientifico. Almeno per quanto si è scoperto fino a ora.   »

Dubbio sul valore dell’alfafetoproteina in gravidanza

22/05/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Il dosaggio dell'alfafetoproteina con il miglioramento delle tecnica ecografica ha perso significato come indagine per individuare alcune malformazioni del feto, come la spina bifida.   »

Fai la tua domanda agli specialisti