Emorragia post parto: potrà ripetersi?

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 14/04/2022 Aggiornato il 14/04/2022

Arrivare al termine della gravidanza con i valori del sangue perfettamente nella norma è il modo migliore per fronteggiare un'emorragia post parto, eventualità che dopo una prima volta (o più) potrebbe ripetersi.

Una domanda di: Luana
Sono alla mia terza gravidanza. Dopo i primi due parti, avvenuti circa 11 anni fa ed uno tre anni fa, a distanza di due ore ho avuto l’emorragia post parto, a causa del fatto che l’utero non mi si contre subito, risolte egregiamente grazie al supporto di ottimi specialisti. La mia ginecologa dice di stare tranquilla e che mi pongo troppi problemi. Per aiutarmi sto prendendo acido folico, ferro e compresse che contengono varie vitamine. Vorrei sapere da lei quanto è la probabilità di avere un’emorragia ed eventuali consigli da seguire. Grazie.
Sara De Carolis
Sara De Carolis

Cara Luana,
il fatto che tu abbia avuto la stessa storia nei 2 parti precedenti è la prova della probabilità che l’evenienza si ripeta ancora una volta.
Giungere al parto con un buon emocromo, quindi con i valori del sangue perfettamente nella norma anche per quanto riguarda globuli rossi ed emoglobina, è la garanzia migliore per superare questa eventuale complicazione. Potresti consultare un ematologo al fine di individuare se hai difetti minori della coagulazione (von Villebrand, deficit di fattore VII etc), in modo da avere più certezze riguardo a quello che ti attende al parto. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti