Endometriosi a 49 anni: peggiorerà ulteriormente?

A cura di Augusto Enrico Semprini Pubblicato il 25/03/2023 Aggiornato il 25/03/2023

In prossimità della menopausa l'endometriosi tende a dare gradualmente meno fastidi, quindi l'opportunità di proseguire o no la terapia va valutata con estrema attenzione.

Una domanda di: Fabiola
Buonasera, sotto prescrizione medica sto assumendo effiprev per endometriosi da 42 giorni, quindi ho finito due blister. Da 10 giorni ho un ciclo, scarso con dolori mestruali. Cosa mi consigliate? È preferibile cambiare pillola o continuare sperando che il mio corpo si adatti alla pillola? Grazie. Avendo 49 anni ho paura che l’endometriosi continui a svilupparsi, quindi vorrei evitare d’interrompere la terapia. Grazie mille.
Augusto Enrico Semprini
Augusto Enrico Semprini

Cara Fabiola a 49 anni l’endometriosi ha poco tempo davanti a sé per dare ancora fastidio alla donna perché in menopausa questa patologia si spegne spontaneamente. Questo flusso non mi preoccupa ma vorrei che rivalutasse a fondo con i suoi curanti l’opportunità di proseguire un trattamento in questa fase di vita pre-menopausale. Rivalutare pro e contro del trattamento per poi decidere mi creda è un buon suggerimento. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Colesterolo alto in gravidanza: ci sono rischi per il bambino?

14/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Durante la gravidanza un aumento del valore del colesterolo (entro certi limiti) è fisiologico, tuttavia ogni caso va considerato a sé quindi spetta al ginecologo curante stabilire, in base alla storia clinica della singola donna, se l'incremento può essere o no la spia di qualcosa che non va.   »

Bassa statura di una ragazzina in prossimità del menarca: aumenterà ancora un po’?

09/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

La statura è influenzata in modo rilevante dalla genetica, ma gioca un suo ruolo anche l'eventualità che il bambino sia nato pretermine. In ogni caso, anche dopo l'arrivo della prima mestruazione (menarca) le ragazze in genere continuano a crescere di alcuni centimetri.  »

Ginnastica prepuziale nei piccolissimi: perché non si deve fare?

08/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Forzare il prepuzio di un piccolino a scendere verso il basso fino a scoprire il pene può essere pericoloso. la fimosi fisiologica è un meccanismo di difesa voluto dalla natura che fa sempre le cose per bene.   »

Fai la tua domanda agli specialisti