Episodio di vomito in gravidanza: è normale?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 28/03/2021 Aggiornato il 28/03/2021

L'emesi occasionale può certamente essere legata alla gravidanza anche se non è così automatico che lo sia.

Una domanda di: Valentina
Questa per me è la prima gravidanza. Ho 31 anni. Sono quasi
all’ottava settimana e oggi per la prima volta ho rimesso un pochino…
E’ normale? Cosa fare? Grazie.

Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
anche se non posso definire “normale” in senso stretto un episodio di vomito, senz’altro posso dirle che in gravidanza ci sta, come penso lei abbia sentito dire. Non è comunque automatico che il vomito occasionale sia legato alla gravidanza, magari ha mangiato qualcosa che non va. Sinceramente non è che ci sia granché da fare dopo un episodio di vomito, se non bere (vanno benissimo le tisane caldo/tiepide) e non assumere pietanze che affaticano la digestione. Certo è che se gli epidosi dovessoro diventare frequenti allora potremmo trovarci di fronte alla cosiddetta iperemesi gravidica, quella di cui tanto si è parlato quando Kate Middleton, che ne va soggetta, aspettava i suoi bambini. In questo caso è senza dubbio necessario cercare di controllare il problema attraverso rimedi che impediscano il vomito senza essere nocivi: tra le cure naturali c’è lo zenzero. Sollievo lo arrecano anche i ghiaccioli al limone. Nei casi più severi, si possono impiegare antistaminici e vitamina B6. Vietato comunque il fai-da-te: prima di assumere qualunque cosa senta il suo ginecologo curante che, molto meglio di me, può consigliarla in quanto la conosce. Mi permetto di aggiungere che se è vero che quando si aspetta un bambino è bene avere la massima cura della propria salute (fare movimento, non fumare, non bere alcolici, seguire un’alimentazione sana, dormire a sufficienza) lo è altrettanto che non c’è bisogno di preoccuparsi per ogni minimo e poco rilevante segnale di malessere: la gravidanza è un evento naturale, ricordarlo può aiutare a viverla con serenità e allegria. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccini tetravalente ed esavalente e possibili effetti indesiderati

06/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Qualsiasi vaccino dà luogo a effetti indesiderati che comunque sono molto meno gravi di quanto potrebbero essere le conseguenze della malattia contro cui vengono effettuati.  »

Bimbo che vuole mangiare solo pochi alimenti

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Occorre stare molto attenti a non trasformare l'ora dei pasti in un momento in cui il bambino tiene in pugno tutta la famiglia e il modo migliore per evitarlo, favorendo un rapporto sereno con il cibo, è mostrare indifferenza se rifiuta una cibo e zero esultanza se, invece, lo mangia.   »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti