Epistassi: può segnalare una gravidanza?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 19/12/2022 Aggiornato il 19/12/2022

La fuoriuscita di sangue dal naso non appartiene all'elenco dei sintomi che caratterizzano l'inizio di una gravidanza. Per scoprire se il concepimento è avvenuto basta fare lo specifico test.

Una domanda di: Daiana
Buongiorno, Le scrivo in quanto ho un dubbio circa l’ultimo rapporto avuto. L’ultima mestruazione è iniziata il 30 novembre 2022 ed ha avuto termine il 3 dicembre 2022. Solitamente ho un ciclo regolare (durata ciclo precedente, 27 giorni). Il 6 di Dicembre ho avuto un rapporto non protetto, eiaculazione all’esterno. Da quanto risulta sul mio calendario, il rapporto è avvenuto in un giorno non fertile (L’ovulazione essendoci stata il 12 di dicembre). Nelle ultime settimane, tuttavia, ho delle perdite di sangue dal naso. È anche un periodo alquanto stressante devo dire. Quali sono le probabilità che possa esservi una gravidanza in corso? La ringrazio.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora, una gravidanza può iniziare solo in seguito a un rapporto sessuale affrontato in un giorno fertile. Inoltre, durante il rapporto sessuale almeno uno spermatozoo deve riuscire a raggiungere le tube dove avviene l’incontro con l’ovocita femminile e, dunque, il concepimento. Ma non è neppure detto che questo basti a concepire, perché le statistiche dicono che le probabilità di avviare una gravidanza per una coppia fertile con meno di 35 anni che ha rapporti non protetti nel periodo fertile (i cinque giorni che precedono l’ovulazione + il giorno dell’ovulazione) non sono più del 25 per cento per ogni ciclo mensile. Credo sia dunque abbastanza improbabile che lei sia rimasta incinta, tuttavia se le mestruazioni non dovessero arrivare alla data prevista faccia il test di gravidanza e si toglierà il dubbio. Infine, l’epistassi (sangue dal naso) non è un segno di gravidanza. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti