Escursione a 1650 metri: si può portare un bambino?

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 13/08/2020 Aggiornato il 24/08/2020

Un bimbo di tre anni può avere problemi di adattamento se viene portato ad altitudini superiori ai 2500-3000 metri.

Una domanda di: Elisa
Mio figlio ha quasi 3 anni (34 mesi), siamo in montagna a 1100 metri e ci piacerebbe raggiungere in macchina in giornata un rifugio a 1650 metri.
Vorrei sapere se c’è troppo dislivello e se questa gita potrebbe creare problemi al bimbo.
Grazie.

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Gentile signora Elisa,
non c’è alcun rischio per l’escursione che volete effettuare, può portare tranquillamente il suo piccolo.
Solo quando si sale intorno ai 2500-3000 metri ci possono essere problemi di adattamento. La gita in quota in giornata non espone ad alcun pericolo particolare legato all’altitudine. Portate sempre con voi un abbigliamento consono, in previsione di un cambio repentino del tempo, eventualità frequentissima in montagna. L’ideale, ma di certo lei già lo sa, è l’abbigliamento “a cipolla”, cioè a strati. E non dimentichi di applicare la protezione solare sul viso e sulle altre parti del corpo che rimangono esposte, per evitare che il bimbo venga scottato dai raggi. Con cordialità, godetevi l’aria buona.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Bimba di (quasi) tre anni che ripete frasi e parole

11/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'ecolalia potrebbe costituire un segnale d'allarme qualora si associasse ad altri comportamenti anomali. Altrimenti è solo una delle modalità per apprendere e consolidare il linguaggio.   »

Sentimenti contrapposti verso il nuovo papà

03/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Quando entra una nuova figura maschile nella vita di un bambino piccolo, può accadere che si instauri una relazione in cui non tutto fila sempre liscio. Ma del resto può succedere anche con il papà biologico.   »

Fai la tua domanda agli specialisti