Fanno male al feto tante ecografie?

Professor Giovanni Battista Nardelli A cura di Professor Giovanni Battista Nardelli Pubblicato il 29/08/2021 Aggiornato il 29/08/2021

Gli ultrasuoni di cui si avvale l'apparecchio ecografico sono innocui.

Una domanda di: Maria
Salve, ho 39 anni e dopo diversi anni di tentativi mirati, 2 iui e 1 icsi
fallite, sono rimasta incinta naturalmente. Ho un nipote, figlio di mia
sorella, nato con cardiopatia congenita (trasposizione dei grossi vasi), che
all’epoca non è venuta fuori dalla semplice morfologica. Vista la
familiarità ho chiesto alla mia ginecologa di fare, oltre alla morfologica,
anche l’ecocardio fetale. A 18 settimane esatte mi ha fatto ecocardiofetale e
una sorta di premorfologica, ha detto che è tutto ok, ma è stata piuttosto
frettolosa e superficiale oltre che spesso distratta. A 21 settimane mi ha
fissato la morfologica. Non soddisfatti io e mio marito abbiamo chiamato un
centro specializzato che ci ha fissato ecocardiofetale e premorfologica a
19+2 e morfologica a 21+3. Tralasciando il fatto che la mia ginecologa non
posso sostituirla perché è una parente, e che ugualmente, soddisfatti o
meno, a 21 settimane devo fare la morfologica con lei, ci è sorto un grosso
dubbio: questi due esami ripetuti nel giro di poche settimane (a 18
ecocardiofetale già fatta, a 19+2 ecocardiofetale da fare con altro
specialista, a 21 morfologica con la mia ginecologa e a 21+3 morfologica con
specialista) possono nuocere al bambino?
Durante questi esami ogni volta fanno sentire il battito, fanno vedere i
flussi sanguigni e così via: questi esami così ravvicinati rischiano di provocare
danni al feto o sono innocui?
Ora sono a 18+4.
Grazie per l’attenzione.

Giovanni Battista Nardelli
Giovanni Battista Nardelli

Gentilissima signora,
esame ecografici frequenti e ravvicinati non creano al danno al feto.
Quindi tranquilli; seguite le indicazioni che vi sono state proposte.
Molto cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Tampone positivo allo streptococco durante la gravidanza

23/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono delle indicazioni da seguire quando si risulta positive allo streptococco in prossimità del parto, prima tra tutte recarsi con urgenza in Pronto soccorso fin dalla prima comparsa delle contrazioni.   »

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Fai la tua domanda agli specialisti