Febbre delle labbra dopo il parto

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 05/08/2020 Aggiornato il 05/08/2020

Se dopo aver partorito ci si trova alle prese con la riattivazione dell'herpes labiale, è opportuno evitare che il proprio viso venga a contatto con quello del bambino.

Una domanda di: Valentina
Sono preoccupatissima. Ho partorito da soli due giorni e da oggi mi è venuta l’herpes labiale (ne ho sempre sofferto). Ho paura di contagiare il
neonato e dei possibili rischi (encefalite, epatiti ecc). Da quando è spuntato metto una mascherina sulla bocca in modo da proteggere le lesioni, ma
fino a poche ore fa mi sono comportata normalmente e gli ho anche dato bacini su guance e fronte. La mascherina sulla bocca è sufficiente per
evitare contagio o devo metterla anche sul naso? Faccio fatica a tenere mascherina sul naso tutto il giorno, non riesco a respirare bene dopo un po’. Come
faccio capire se mio figlio verrà contagiato, a quali sintomi devo porre attenzione? Avendo io già avuto l’herpes in passato, mio figlio non dovrebbe essere protetto? Potrebbe conteagiarsi e io non me ne accorgo e l’infezione provocare danno cardiaci o cerebrali o altri, ma “silenti” e
quindi io non accorgermene subito? Sono molto disperata.
Leo Venturelli
Leo Venturelli

L’herpes simplex è pericoloso per il neonato se colpisce la donna a livello genitale. Molto meno infettivo se è solo al labbro. Comunque una attenzione ai contatti diretti al viso deve essere posta.
I segnali di infezione nel neonato sono rappresnetati dalla comparsa di vescicole nella zona bocca o nella zona occhi. Raramente il virus diventa aggressivo e arriva a diffondersi al cervello (convulsioni). Se ci sono dubbi su un possibile herpes genitale è bene risentire il punto nascita per eventuali accertamenti: le consiglio quindi di contattare la neonatologia, per eventualmente far visitare il bambino. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Problemi di linguaggio in bimbo di tre anni

21/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

A fronte di evidenti difficoltà di linguaggio, in un'età in cui ci si aspetta che il bambino sappia utilizzare un certo numero di parole e di frasi compiute, sono opportuni un controllo audiologico e una valutazione da parte del neuropsichiatra infantile.   »

Progesterone o aspirinetta in gravidanza?

12/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

I due prodotti medicinali non sono incompatibili: se la condizione della futura mamma lo richiede si possono impiegare tutti e due.   »

Bimbo di sette anni che sfida continuamente la mamma

11/10/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si può permettere a un bambino di tenere sotto scacco i genitori, disobbedendo e facendo sempre e solo di testa propria. Contenerlo con dolce fermezza è la priorità assoluta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti