Feto con vescica ingrossata

Professor Giovanni Battista Nardelli A cura di Professor Giovanni Battista Nardelli Pubblicato il 29/08/2021 Aggiornato il 29/08/2021

Se l'ecografia non rileva anomalie associate a una vescica con dimensioni maggiori rispetto all'atteso, è probabile che non vi sia nulla di cui preoccuparsi.

Una domanda di: Veronica
Sono alla 37esima settimana di gravidanza, aspetto una bambina e alla
settimana 34+4 la mia ginecologa ha notato una vescica particolarmente
ingrossata. Oggi ho fatto un ultimo controllo prima della DPP del 17.09 e
la situazione non è migliorata, le dimensioni della vescica sono 52mm x
32mm. Nulla è ostruito, il liquido è perfetto, i reni pure così come tutto
il resto che è stato possibile controllare con ecografia. Subito dopo la
nascita sarà necessario un ulteriore controllo direttamente sulla bambina
così da capire da cosa sia dovuto questo difetto. In ospedale mi hanno detto
che non è nulla di grave dopo le mie domande, non mi devo preoccupare me
volevo un ulteriore parere.
Grazie mille.

Giovanni Battista Nardelli
Giovanni Battista Nardelli

Gentilissima signora Veronica,
i consigli rassicuranti le sono stati dati sulla base della normalità della quantità di liquido amniotico.
Comunque, dopo la nascita oltre ad osservare la minzione spontanea della neonata, se necessario, verrà eseguita sulla piccola una ecografia pelvica. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Contrazioni precoci: può accadere anche nella seconda gravidanza?

27/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Bisogna mettere in conto che l'accorciamento della cervice, determinato dalla comparsa, molto prima del tempo, di contrazioni uterine, è un'eventualità che può ripresentarsi a ogni successiva gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti