Fibroma della lingua asportato: occorrono approfondimenti?

Dottor Giuseppe Spinelli A cura di Dottor Giuseppe Spinelli Pubblicato il 20/03/2019 Aggiornato il 21/03/2019

Quando la biopsia evidenzia una formazione benigna, non è necessario effettuare indagini particolari, se i medici non lo ritengono opportuno.

Una domanda di: Eleonora
Chiedo il vostro parere circa l’esito dell’esame istologico a seguito dell’intervento di asportazione di un fibroma dalla lingua della
mia bimba, eseguito ad un mese e mezzo di vita. L’esito recita testualmente: “frammento di mucosa linguale inglobante
ghiandole salivari e strutture cartilaginee ectopiche”. La bimba è in forma e avrebbe dovuto eseguire una risonanza magnetica per
vedere se potevano esserci altri fibromi di questo tipo nell’esofago. La risonanza però è stata sospesa dai medici proprio perché la bimba sta bene.
Dovrei farle fare altri accertamenti/approfondimenti? Grazie.

Giuseppe Spinelli
Giuseppe Spinelli

Gentile Eleonora,
da ciò che riferisce, la biopsia depone per una patologia benigna.
Le consiglio di far seguire, dal pediatra curante, l’evoluzione della neoformazione linguale (anche con foto) e, se necessario, di eseguire una visita Maxillo Facciale presso l’ospedale pediatrico più vicino alla sua residenza.
Confermo che in questa fase non è indicata la risonanza magnetica. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti