Filetto di maiale affumicato: c’è rischio di toxoplasmosi?

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 15/09/2020 Aggiornato il 15/09/2020

L'assunzione di carni crude espone al rischio di sviluppare la toxoplasmosi, quindi impone di effettuare indagini mirate per valutare lo stato immunitario.

Una domanda di: Miriana
A cena fuori in un ristorante mi è capitato, per sbaglio, di mangiare del filetto di maiale affumicato, in quantità minime per fortuna. Solo dopo mi sono resa conto che per il rischio di toxoplasmosi non è indicato. Ora sono spaventata e vorrei sapere a che rischi vado incontro.
Sono a 11 settimane di gravidanza, grazie.
Dottor Gaetano Perrini
Dottor Gaetano Perrini

Buongiorno signora, il rischio di infezione da toxoplasmosi è legato agli alimenti in particolare alle carni crude, ai salumi insaccati, alle verdure crude non lavate bene. Veicolo dell’infezione sono inoltre gli escrementi dei gatti, il cui intestino è il serbatoio naturale della malattia. L’aver assunto un prodotto affumicato riduce ma non esclude totalmente il rischio, pertanto per poter meglio conoscere la situazione e necessario che lei effettui il dosaggio delle immunoglobuline G e delle immunoglobuline M per il toxoplasma Gondi in modo da verificare oggi il suo stato immunitario e qualora risulti non affetta dalla malattia ripeterlo nel corso della gravidanza. Del resto è questo che devono fare tutte le gravide che non hanno fatto questa malattia, allo scopo di verificare che lo stato immunitario non si modifichi. Qualora risultasse una malattia in corso è necessario effettuare un test di avidità, esame che consente di datare l’infezione e di definire il rischio malformativo della stessa. In ogni caso la rassicuro in quanto l’infezione è gestibile con una terapia nel corso della gravidanza, riducendo di gran lungo il rischio malformativo indotto dall’infezione. Contatti quindi il suo specialista di fiducia per procedere a questi approfondimenti in modo da verificare il suo stato immunitario. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sei mesi che si addormenta solo se cullata

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Intorno ai quattro mesi di vita, tutti i bambini dovrebbero imparare ad addormentarsi da solo: se questo non accade si può ricorrere a un metodo che nella maggior parte dei casi dà buoni risultati.   »

Bimba che sorride a tutti ma non alla mamma

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Per ottenere risate e gridolini allegri dal proprio bambino, può essere sufficiente relazionarsi con lui in modo sereno e gioioso.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti