Finocchi sporchi di terra e paura della toxoplasmosi

Dottoressa Sara De Carolis A cura di Dottoressa Sara De Carolis Pubblicato il 31/01/2021 Aggiornato il 31/01/2021

Non è molto probabile contrarre la toxoplasmosi attraverso un piccolissimo residuo di terra rimasto nella verdura lavata, però continuare a effettuare i controlli è d'obbligo.

Una domanda di: Elisa
Salve,
ieri sera ho mangiato dei finocchi a casa di mia suocera (mi aveva detto di averli lavati con acqua e bicarbonato) ma poco dopo ho trovato della terra all’interno del piatto. Posso aver contratto la toxoplasmosi? Tra quanto devo ripetere gli esami ematici. Grazie.

Sara De Carolis
Sara De Carolis

Cara Elisa,
difficile pensare che nella poca terra possa essere rimasto il toxoplasma gondii dopo aver lasciato le verdure in acqua e bicarbonato! Credo dunque che sia poco probabile che proprio quella poca terra non solo fosse stata contaminata dalle feci infette di un gatto (o altro animale) ma avesse mantenuto in sé il microorganismo, nonostante il lavaggio. Posto questo, sarà comunque bene effettuare, attraverso le analisi del sangue, la ricerca di toxo IgG ed IgM (sono le immunoglobuline che esprimono se è avvenuto il contatto col toxoplasma), che ripeterai fino a fine gravidanza. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti