Fivet non andata a buon fine

Dottor Francesco Maria Fusi A cura di Dottor Francesco Maria Fusi Pubblicato il 21/09/2020 Aggiornato il 21/09/2020

Una delle cause di insuccesso della fecondazione assistita è l'età avanzata della donna.

Una domanda di: Rodica
Salve dottore, ho 42 anni vorrei chiederli gentilmente un’informazione. Sono senza tube ovariche, ho fatto un anno fa la fivet ma non è andata a buon fine. Mi può spiegare come posso comportarmi per riuscire ad avere un figlio?

Francesco Maria Fusi
Francesco Maria Fusi

Gentile signora,
42 anni di età costituiscono uno dei motivi per cui le possibilità della fecondazione assistita sono ridotte. Anche nelle migliori condizioni è molto difficile superare il 5-8% di gravidanze. Nel suo caso, non conoscendo quale sia la sua riserva ovarica, il mio consiglio è di approfondire con la valutazione dell’ormone antimulleriano (è un esame del snague) e la conta dei follicoli antrali. I follicoli antrali si trovano al’interno delle ovaie e si possono contare (vedere e misurare) grazie a un’ecografia endovaginale (cioè che si esegue introducendo una piccola sonda in vagina). Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lievissime perdite di sangue a inizio gravidanza: c’è da spaventarsi?

12/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un lieve sanguinamento nel primo periodo della gravidanza può non essere significativo e questo vale soprattutto se l'ecografia accerta la presenza, in normale evoluzione, della camera gestazionale e dell'embrione.  »

Beta-hCG ancora nel sangue dopo un’interruzione di gravidanza: perché?

05/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Dopo un aborto, è normale che l'ormone beta-hCG rimanga nel sangue per alcune settimane, ma se il periodo si protrae oltre i 42 giorni circa è possibile che si sia instaurata un'altra gravidanza.   »

Psicofarmaci in gravidanza: è giusto sospenderli?

05/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'impiego degli SSRI è compatibile con lo stato di gravidanza e non espone a particolari rischi, mentre può essere pericoloso sospenderli o anche solo diminuirne il dosaggio rispetto a quello necessario per controllare il disturbo dell'umore.   »

Piccolissimo con diagnosi di reflusso: che fare?

31/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

Non bisogna immediatamente giungere alla conclusione che il rigurgito del latte dopo le poppate, frequentissimo nei primissimi mesi di vita, sia segno di una patologia. Molto più spesso è solo l'espressione di un'immaturità dei meccanismi che impediscono ai liquidi di risalire dallo stomano all'esofago,...  »

Gravidanza che sta durando più di 40 settimane: perché?

29/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Una durata della gravidanza compresa tra le 38 e le 42 settimane rientra nella normalità. A influenzare la lunghezza della gravidanza è anche la familiarità.  »

Fai la tua domanda agli specialisti