Funneling e paura del parto pretermine

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 30/08/2023 Aggiornato il 30/08/2023

Il funneling è uno svasamento del collo uterino che può essere controllato con farmaci, astensione dai rapporti sessuali, riposo parziale (che significa niente sforzi).

Una domanda di: Rebecca
Sono una donna di 25 anni in gravidanza da 24 settimane + 4 giorni. Ieri ho fatto un’ ecografia di controllo e la mia ginecologa ha rilevato un funneling di 29 mm. Mi ha prescritto magnesio, buscopan 4 compresse al giorno e progesterone 1 capsula in vagina al giorno. Riposo parziale, posso passeggiare ma non troppo, evitare di stare a lungo in piedi eccetera. Io avevo avvertito pancia dura e qualche dolorino ma nessuna perdita. Devo preoccuparmi? La mia ginecologa mi ha rassicurato che non c’è pericolo per il momento, ma ho paura che questa cosa non possa rientrare e che io possa partorire eccessivamente pretermine o peggio ancora. Grazie mille, dottoressa.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, come immaginavo lei non poteva avere 29 mm (28,5 mm per la precisione) di funneling nel collo dell’utero, perché il collo uterino normalmente misura circa 3 centimetri ossia 30 millimetri e il funneling è uno svasamento a forma di imbuto che interessa soltanto parzialmente il collo uterino in caso di contrazioni uterine o situazioni di infezione/infiammazione. Nell’ecografia che mi ha inviato e che conferma che non è vero che abbiamo un funneling di 29 mm, si nota come una insenatura sottile e nerastra, subito accanto alla misura del collo uterino. La terapia che le è stata indicata serve proprio a mantenere l’utero rilassato e senza contrazioni di sorta. Sarà importante tener monitorati questi sintomi e il riposo parziale è utile anche per potersi accorgere tempestivamente di eventuali contrazioni. Qualora notasse indurirsi la pancia, non esiti quindi a recarsi in pronto soccorso per effettuare tutti gli accertamenti del caso. Non dimentichi anche di rinunciare ai rapporti sessuali fino a nuova indicazione del Curante: purtroppo anche questi possono stimolare le contrazioni uterine. Immagino le sia stato indicato un controllo ecografico ravvicinato (entro due settimane per intenderci) in modo da verificare che i farmaci siano efficaci a mantenere il collo lungo e chiuso a dovere, come deve essere a 24 settimane. Infine mi permetto di consigliarle di non angosciarsi per un parto prematuro o addirittura qualcosa di peggio…come dice il proverbio “cuor contento il Ciel lo aiuta!” In gravidanza è davvero importante evitare le preoccupazioni laddove possibile…la invito quindi a non cercare risposte sul web (al di fuori di questo sito, naturalmente!) per non rischiare di compromettere il buon esito della terapia che le è stata indicata anche a causa dello stress che deriva dal leggere notizie destabilizzanti (anche se magari non vere). La invito anche a fidarsi di quello che le dice la ginecologa secondo cui non c’è da preoccuparsi. Spero di averla aiutata, resto a disposizione se desidera, cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti