Malessere dopo i pasti

Dottor Paolo Pantanella A cura di Dottor Paolo Pantanella Pubblicato il 09/01/2018 Aggiornato il 01/08/2018

La comparsa di sonnolenza e gonfiore addominale dopo mangiato è quasi sempre dovuta a un eccesso di carboidrati nell'alimentazione.

Una domanda di: Nicole
Temo di essere intollerante a qualche cibo, ma non so quale. Mi capita sempre più spesso che, dopo una cena abbondante con gli amici, mi arrivano brividi di freddo e soprattutto un sonno pazzesco, tanto da addormentarmi sulla sedia pur in presenza di cari amici. Non riesco a tenere gli occhi aperti. Poiché soffro anche di notevoli gonfiori addominali, ho pensato potesse
essere dovuto a un’intolleranza alimentare. Potrebbe essere così? Cosa posso fare? A chi mi devo rivolgere?
Grazie
Paolo Pantanella
Paolo Pantanella

Gentile signora, non si tratta di intolleranze alimentari, ma probabilmente i suoi problemi sono legati al consumo di troppi di carboidrati che costringono l’organismo a produrre una eccessiva quantità di insulina, con conseguente stato di malessere e gonfiore. Le serve solo una dieta più equilibrata e ben bilanciata (pochissimi zuccheri semplici, molta frutta e verdura, pasta e riso in quantità ragionevoli, alternativamente e senza mai esagerare le proteine di carne, pesce, formaggi). Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti