Gemelli: è possibile averli solo se c’è familiarità?

Dottoressa Faustina Lalatta A cura di Dottoressa Faustina Lalatta Pubblicato il 20/05/2024 Aggiornato il 04/06/2024

La gravidanza gemellare non è affatto legata alla familiarità, ma è un evento occasionale che può riguardare qualsiasi donna,

Una domanda di: Isabella
Buongiorno dottoressa, ho 44 anni e sono alla 16^ settimana di gravidanza, la settimana scorsa ho fatto l’amniocentesi e mi hanno confermato che sono gemelli e va tutto bene. Mi chiedevo come possibile avere una gravidanza gemellare non avendo casi in famiglia. La ringrazio per la sua gentile risposta.
Faustina Lalatta
Faustina Lalatta

Gentile signora, la gravidanza gemellare è un evento occasionale e non è riservato solo a coloro che hanno familiarità!! Ci mancherebbe!! In assenza di stimoli ormonali esterni o di trasferimento di più embrioni, che ovviamente comporta una gemellarità “innaturale”, cioè forzata, si sapeva da decenni che circa 1 gravidanza ogni 80 sarebbe esitata in una nascita gemellare. Grazie alla medicina prenatale si è scoperto che l’esordio di una gemellarità è più frequente di quanto si pensasse, ma che, in una percentuale abbastanza elevata, giungerà a termine un solo gemello per arresto naturale della vitalità di uno dei due. Alla base della gemellarità vi è di solito una doppia ovulazione (contemporanea) e un doppio concepimento. I gemelli saranno quindi bi-ovulari, cioè diversi come lo possono essere due fratelli ed ognuno avrà una sua placenta. In casi più rari la gemellarità è monovulare, cioè dovuta allo sdoppiamento di un unico concepimento. In questo caso i gemelli saranno identici, a partire dal sesso, e avranno un’unica placenta che nutre entrambi. In tutti i casi, una gravidanza gemellare, insorta o favorita da tecniche di PMA in una madre di 44 anni, deve essere seguita con il massimo scrupolo presso un centro ospedaliero dotato dell’ “ambulatorio gemelli” per minimizzare i rischi correlati. Cordiali saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza che non si annuncia dopo 7 mesi di tentativi: si deve ricorrera alla PMA?

24/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Di solito, se la coppia è giovane, prima di indagare sulla sua fertilità, si attende che trascorra un anno di tentativi di concepimento andati a vuoto. Qualora il ginecologo suggerisca di ricorrere alla procreazione medicalmente assistita prima di questo lasso di tempo probabilmente esclude la possibilità...  »

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti