Gemellino di 4 mesi allattato artificialmente che non cresce

Dottor Leo Venturelli A cura di Dottor Leo Venturelli Pubblicato il 09/02/2024 Aggiornato il 09/02/2024

Dai 4 mesi e mezzo in avanti, se il ltte crea problemi e la crescita di peso ha subito un arresto si può prendere in considerazione l'opportunità di introdurre le prime pappe.

Una domanda di: Francesca
Io ho un bimbo (un gemello) di 4 mesi, nato a 34+4, che mangia esclusivamente latte artificiale. Verso la fine del 1° mese di vita aveva
difficoltà a mangiare, mentre mangiava piangeva, riprendeva a bere affamato e come il latte scendeva piangeva e si dimenava, non cresceva e bagnava poco
i pannolini. Informandomi ho scoperto che aveva il reflusso silente, ho contattato un gastroenterologo che mi diede omeprazen e gastrotuss. Ho dato
omeprazen per 1 mese e in quel mese mangiava ma scaricava tantissimo ad ogni poppata e infatti non prendeva peso, il pediatra dava colpa al latte (novalac allernova pro). Ho bloccato omeprazen (gradualmente) a gennaio e per tutto il mese il bimbo mangiava e faceva la cacca 2 volte al giorno ed aveva ripreso a crescere. Abbiamo ricominciato omeprazen a fine gennaio, dopo una ecografia esofagea che confermata un forma reflusso, tanta acidità e infiammato fino all’esofago per colpa di un malfunzionamento della valvola. Ripreso omeprazen il bambino ha ripreso a scaricare dopo ogni poppata ed anche in piena notte ( senza la poppata) e non prende peso.
È il caso di provare un altro antiacido?
Provare a cambiare latte?
E cosa ne pensate dello svezzamento anticipato?
Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara signora,
il reflusso del piccolo pare confermato dagli esami, i rimedi che avete adottato sembrano tutte corrette, il latte usato però sembra quello antiallergico: ha già provato il Novalac reflux pro che sembrerebbe più idoneo al problema del bambino? L’anticipo delle prime pappe può avvenire dai 4 mesi e mezzo. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti