E’ vero che non esistono razze all’interno della specie umana?

Professor Giovanni Porta A cura di Professor Giovanni Porta Pubblicato il 01/02/2018 Aggiornato il 01/08/2018

Dal punto di vista scientifico, per poter parlare di "razza" è necessario che tra un uomo e un altro esistano differenze genetiche riconoscibili nel DNA. Questo non è il caso della specie umana.

Una domanda di: Virginia
Gentile Professor Porta,
in occasione della giornata della memoria un eminente professore su FB ha scritto che parlare di razze a proposito degli esseri umani è una scorrettezza scientifica, perché le razze non esistono. Io ho sempre sentito il contrario: che ci fossero gli ariani (caucasici), i neri, i gialli. Anche nella nostra costituzione si parla di razze! Mi potrebbe spiegare dove sta la verità? Gliene sarei davvero grata

Giovanni Porta
Giovanni Porta

Cara Virginia,
il nostro gruppo di lavoro si è molto interessato a questo tema negli scorsi anni. Con l’obiettivo di divulgare a un pubblico ampio ed eterogeneo le idee scientifiche a riguardo, abbiamo realizzato il documentario “Sono razzista, ma sto cercando di smettere”, sviluppato a partire dall’omonimo libro di Guido Barbujani. Può guardare il documentario cliccando su questo link: https://www.youtube.com/watch?v=PzMGzTffXtA .
In generale, la razza è una suddivisione che i biologi utilizzano per distinguere popolazioni all’interno delle specie. Per poter parlare di razza è necessario però che queste popolazioni abbiano delle differenze genetiche riconoscibili nel proprio DNA. Questo non è il caso della specie umana. La parola razza non identifica alcuna realtà biologica riconoscibile nel DNA della nostra specie. Esistono razze di cani ma solo perché li abbiamo incrociati tra loro forzando al limite la consanguinità con evidenti svantaggi per la loro salute. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

PMA e perdite marrone dopo il transfer

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

In un terzo delle gravidanze iniziate grazie alla procreazione medicalmente assistita si manifestano perdite che però non hanno significato né valore prognostico.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti