Quanto sarà nero il mio nipotino?

Professor Giovanni Porta A cura di Professor Giovanni Porta Pubblicato il 21/11/2017 Aggiornato il 01/08/2018

Il bimbo di una coppia formata da una ragazza bianca e da un ragazzo nero potrà avere la pelle bianca, nera o, più probabilmente, di un colore intermedio.

Una domanda di: Due nonni ansiosi
Caro professore,
Non ci giudichi male ma nostra figlia aspetta un bambino da un ragazzo nero e vorrei sapere se potrà essere bianco o se sicuramente avrà la pelle scura (quanto scura? come il papà?). Mi chiedo anche (mi scuso per l’ignoranza) se questo bambino sposando una ragazza o un ragazzo bianco potrà avere figli con pelle chiara oppure no. Ci aiuti a capire, ma guardi che è solo curiosità perché noi siamo felici di questo nipotino in arrivo!

Giovanni Porta
Giovanni Porta

Cari futuri nonni,
il carattere “colore della pelle” è regolato da diversi geni. La loro espressione, insieme a fattori ambientali, determina la pigmentazione cutanea secondo un gradiente che tra il bianco e il nero comprende diverse sfumature di colore. Nel caso del vostro nipotino, il colore della pelle potrà essere bianco, nero o più probabilmente di un colore intermedio. Lo stesso varrà per i suoi figli, che potranno manifestare i due estremi di colore o una gradazione intermedia. Non possiamo prevedere quale sarà il colore della pelle ne’ dell’uno ne’ degli altri, perché i fattori in gioco sono molteplici. Certo che si tratti di una vostra pura curiosità, approfitto di questa occasione per spingere tutti i lettori a riflettere sull’importanza della diversità genetica tra gli individui. Questa garantisce, tra le altre cose, che non si manifestino patologie genetiche la cui frequenza aumenta moltissimo nei gruppi chiusi ed omogenei. A questo proposito consigliamo a tutti la visione del documentario “Sono razzista, ma sto cercando di smettere”, che abbiamo sviluppato su questo tema a partire dall’omonimo libro di Guido Barbujani. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Creme solari: si possono usare in allattamento?

24/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante l'allattamento è opportuno usare, all'occorrenza, prodotti per la protezione dai raggi del sole contenenti filtri fisici e non chimici.   »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti