Aiuto, non sono incinta…

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/11/2017 Aggiornato il 06/12/2017

La delusione di non essere riuscita a dare inizio a una gravidanza può generare grande stress. Meglio tenerlo a bada, per evitare che sia la tensione stessa a trasformarsi in un ostacolo alla fertilità.

Una domanda di: Rosa
Salve, come spiegato precedentemente oggi ho ripetuto le beta e sono a meno
uno. Ho chiamato il mIo gine e mi ha detto che molto probabilmente la
gravidanza c’era e si è interrotta. Poi gli ho chiesto cosa dovevo fare e mi
ha risposto di non aspettare. Di provarci sempre senza utilizzo di farmaci. E
di vederci tra 15 giorni. Aiutatemi voi, io ora sono al 4° giorno ed è finito
il ciclo. Ora come devo proseguire? Per favore risponde temi
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora,
la gravidanza evidentemente non è proseguita, quindi non c’è nulla da fare se
non, come giustamente le ha detto il suo ginecologo, continuare a provarci.
Con meno ansia, però, perché la ricerca di un figlio deve avere anche un
risvolto piacevole e gioioso. Conviene guardare a questa maternità con maggiore serenità, non solo per non peggiorarsi la
qualità della vita in un periodo che dovrebbe essere straordinariamente
gratificante, ma anche in quanto lo stress è un grande nemico della
fertilità. Cordialmente.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti