marele75

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/01/2013 Aggiornato il 16/01/2013

Risponde: Dottor Lucio Palmiero

Una domanda di: marele75
Buonasera dottore, mio figlio ha 9 anni e da circa due anni gli è stata diagnosticata una scoliosi con colpo d'ascia a destra. Prima l'ortopedico ha voluto farle mettere un plantare per stimolare la muscolatura, ma poi alla visita di controllo mi ha liquidato dicendomi che doveva fare uno sport che lo impegnasse. E non ha detto altro. L'osteopata da cui l'ho portato ha consigliato una ginnastica correttiva per due mesi; poi, alla successiva visita, ha detto semplicemente di sottoporlo a un massaggio stimolante della muscolatura ogni 40 giorni circa. Mio figlio pratica karate e nuoto ma io non vedo miglioramenti, potrebbe darmi un consiglio circa lo sport più indicato o la ginnastica migliore da fare? Grazie Elena

Gentile signora Elena, per risponderle correttamente dovrei disporre di ulteriori dati. Mi parla di "colpo d'ascia", probabilmente si riferisce all'asimmetria dei triangoli della taglia ( spazi ad arti superiori tesi lungo i fianchi tra tronco e braccia), sintomo frequente nella scoliosi. A esso andrebbe aggiunto il valore del gibbo (asimmetria degli emidorsi) che è rilevabile con il tronco flesso in avanti e quantizzabile in millimetri, anche esso espressione di scoliosi che è di fatto una malattia rotatoria di cui non sempre sono note le cause. Se l'entità delle asimmetrie è importante, l'ortopedico potrà consigliare di eseguire una teleradiografia della colonna in piedi. Solo dopo questo percorso si potrà individuare una strategia terapeutica adatta al suo bambino.
Mi faccia sapere.
Cari saluti
Lucio Palmiero

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo un aborto spontane posso cercare subito un’altra gravidanza?

04/12/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se non c'è stato bisogno di effettuare la revisione della cavità uterina (raschiamento), si può cercare una nuova gravidanza dal momento in cui le ovaie recuperano la loro normale attività.  »

Distacco che non si è ancora risolto in 12^ settimana

04/12/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Si può ben sperare che l'entrata nel secondo trimestre di gravidanza segni la fine delle perdite di sangue legate al distacco e, naturalmente, la sua risoluzione.   »

Ho avuto un aborto: posso cercare un’altra gravidanza?

28/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Dopo un'interruzione spontanea della gravidanza, si può senza dubbio cercare di rimanere incinta di nuovo, senza che sia necessario sottoporsi a indagini particolari. L'aborto è un'eventualità frequente prevista da madre natura per assicurare la nascita di bambini sani.   »

Tosse che non passa mai in un bimbo di sei anni: che fare?

27/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Per capire quale possa essere la cura più adatta per controllare una tosse che si protrae per giorni e giorni è prima di tutto necessario focalizzarne l'origine.   »

Cardirene: le donne incinte di 40 anni devono per forza assumerlo?

21/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che le ragioni di una prescrizione vanno richieste al medico che l'ha effettuata, è senz'altro possibile che in caso di gravidanza in età avanzata, anche senza particolari fattori di rischio, venga indicato l'uso dell'aspirinetta (il Cardirene) per giocare d'anticipo sull'eventuale comparsa di...  »

Incinta a 35 anni: quali indagini è opportuno fare?

08/11/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

A prescindere dall'età materna al momento del concepimento, è opportuno che tutte le donne nel primo trimestre di gravidanza effettuino il test combinato o perlomeno la misurazione della TN (translucenza nucale), che rappresentano il metodo universale e raccomandato di screening delle anomalie fetali....  »

Fai la tua domanda agli specialisti