marele75

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/01/2013 Aggiornato il 16/01/2013

Risponde: Dottor Lucio Palmiero

Una domanda di: marele75
Buonasera dottore, mio figlio ha 9 anni e da circa due anni gli è stata diagnosticata una scoliosi con colpo d'ascia a destra. Prima l'ortopedico ha voluto farle mettere un plantare per stimolare la muscolatura, ma poi alla visita di controllo mi ha liquidato dicendomi che doveva fare uno sport che lo impegnasse. E non ha detto altro. L'osteopata da cui l'ho portato ha consigliato una ginnastica correttiva per due mesi; poi, alla successiva visita, ha detto semplicemente di sottoporlo a un massaggio stimolante della muscolatura ogni 40 giorni circa. Mio figlio pratica karate e nuoto ma io non vedo miglioramenti, potrebbe darmi un consiglio circa lo sport più indicato o la ginnastica migliore da fare? Grazie Elena

Gentile signora Elena, per risponderle correttamente dovrei disporre di ulteriori dati. Mi parla di "colpo d'ascia", probabilmente si riferisce all'asimmetria dei triangoli della taglia ( spazi ad arti superiori tesi lungo i fianchi tra tronco e braccia), sintomo frequente nella scoliosi. A esso andrebbe aggiunto il valore del gibbo (asimmetria degli emidorsi) che è rilevabile con il tronco flesso in avanti e quantizzabile in millimetri, anche esso espressione di scoliosi che è di fatto una malattia rotatoria di cui non sempre sono note le cause. Se l'entità delle asimmetrie è importante, l'ortopedico potrà consigliare di eseguire una teleradiografia della colonna in piedi. Solo dopo questo percorso si potrà individuare una strategia terapeutica adatta al suo bambino.
Mi faccia sapere.
Cari saluti
Lucio Palmiero

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti