partospontaneo dopo due tagli cesarei

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/08/2012 Aggiornato il 16/08/2012

Risponde: Dottor Gaetano Perrini

Una domanda di: supermamma28
Salve dottore. Sono una mamma di due bimbe di 4 anni e mezzo e 2 anni, nate entrambe con parto cesareo. La prima perché, nonostante le contrazioni efficienti e un buon travaglio, non ne voleva sapere di uscire… La seconda per sofferenza fetale, anche se con un buon travaglio di prova e una buona
dilatazione (8 cm). Ecco la domanda: se tra qualche
anno volessi avere un altro bimbo e la gravidanza procedesse bene, sarebbe
possibile un parto naturale? Grazie mille per la risposta.

Gentile Signora , oggi è considerato possibile il parto di prova dopo un taglio cesareo con alcuni limiti nell'induzione del travaglio. Tuttavia, dopo due tagli cesarei la possibilità di complicanze aumenta e di conseguenza appare più prudente espletare il parto con un nuovo taglio cesareo.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti