Anello contraccettivo indossato per una settimana in più

Dottor Gaetano Perrini A cura di Dottor Gaetano Perrini Pubblicato il 03/12/2020 Aggiornato il 14/11/2022

Non accade nulla, se dopo la scadenza, si lascia inserito l'anello contraccettivo, a patto però di sostituirlo con uno nuovo quando è il momento.

Una domanda di: Sabrina
Ho messo l’anello contraccettivo il primo giorno del flusso snaguigno e l’ho tenuto una settimana in
piu. Sarò rimasta incinta?

Buongiorno signora, l’anello vaginale contiene un principio attivo estroprogestinico che ha la funzione contraccettiva. La durata di azione è di 22 giorni e normalmente si inserisce il primo giorno delle mestruazioni, all’inizio del ricorso al metodo, quindi si rimuove dopo 22 giorni e, fatta una pausa di sei giorni, si applica un nuovo anello. Nel suo caso aver mantenuto l’anello privo di principio attivo, in quanto esaurito, non comporta un rischio di concepimento, a patto però che lei il settimo giorno abbia provveduto a sostituire l’anello scaduto con un nuovo anello.
Le suggerisco in futuro di appuntarsi le date per non dimenticarsene.
Cordiali saluti.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sette mesi con piccolissime cisti dei plessi corioidei

02/02/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

In generale la sola presenza di cisti dei plessi corioidei, anche se richiede controlli non desta preoccupazione. Diverso è il caso in cui, in prossimità dei plessi corioidei, si sviluppano le cosiddette cisti aracnoidee.  »

Un solo neo, tre pareri specialistici diversi: a chi credere?

31/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Ogni specialista ha le sue precise ragioni quando indica il da farsi rispetto a un neo, in particolare quando i singoli pareri vengono espressi a distanza uno dall'altro.   »

Dodicenne con tosse abbaiante, incessante, resistente alle cure

30/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta escluse le cause organiche, occorre pensare che la comparsa di una tosse che non risponde ad alcuna cura e non dà tregua durante la giornata sia in relazione con un disagio emotivo che può avere come origine un problema legato alla scuola (e ai compagni).   »

Fai la tua domanda agli specialisti