ary80

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 02/07/2012 Aggiornato il 02/07/2012

Risponde: Dottor Filippo Murina

Una domanda di: ary80
Salve dottore, volevo porle un quesito per me molto
imbarazzante. Ormai sono tre anni che ho partorito, ma purtroppo continua a succedermi di avere delle perdite di urina in caso di tosse o di starnuto. Ho esposto il mio problema al ginecologo il quale sosteneva che con il tempo la situazione si sarebbe risolta e invece
non è stato così. Certo, succede ogni tanto, però è piuttosto
imbarazzante. Cosa mi consiglia di fare? La ringrazio

Gentile Sig.ra,
dopo un parto per via vaginale è frequente che vi siano problemi legati all'incontinenza urinaria, ciò è sovente legato a rilassamento della muscolatura pelvica, con un conseguente abbassamento della vescica. In questi casi esercizi di rinforzo muscolare possono essere molto utili.
Saluti
Murina

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti