Assunzione di alcol prima di “sapere”

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/12/2017 Aggiornato il 10/12/2017

Nelle primissime settimane successive al concepimento vale la "legge del tutto o del nulla": significa che, a seguito di comportamenti a rischio. la gravidanza o si interrompe o prosegue senza alcuna conseguenza.

Una domanda di: Katia
Salve, ho bevuto 3 bicchieri pieni di prosecco prima di scoprire di essere
incinta. Avevo fatto un test dopo 3 giorni di ritardo ed è risultato
negativo per cui mi sono concessa qualche bicchiere in più. Ero credo a due
settimane dal concepimento. C’è rischio per il futuro nascituro?
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara signora, innanzi tutto tante congratulazioni. Per quanto riguarda la sua domanda, nelle primissime settimane successive al concepimento rispetto
ai comportamenti a rischio, come potrebbe anche essere assumere farmaci controindicati durante la gestazione, vale la “legge del tutto o del nulla”:
significa che la gravidanza o si interrompe o prosegue senza alcuna conseguenza. Può dunque stare assolutamente tranquilla. Mi permetto di aggiungere che da adesso in poi dovrà eliminare completamente tutte le bevande alcoliche, birra compresa, perché possono danneggiare il bambino. La raccomandazione è così drastica perché non è possibile indicare quale sia la dose di alcol che sicuramente non espone il piccolo a rischi. Non essendo disponibile un simile dato si preferisce invitare le future mamme ad astenersi del tutto dal bere alcolici. Cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A letto da un mese per un distacco amniocoriale (eppure non serve, anzi)

01/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il riposo assoluto a letto in caso di "distacco" non solo è inutile per assicurare una buona evoluzione della gravidanza, ma può addirittura rivelarsi controproducente in quanto può aprire la strada al rischio di trombosi a livello degli arti inferiori.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti