Dubbio su un gel per il contorno occhi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 11/12/2017 Aggiornato il 11/12/2017

In gravidanza è sconsigliabile usare gel, creme, pomate contenenti acido retinoico. Si tratta di un suggerimento dettato dalla prudenza.

Una domanda di: Maria Laura
Gentile Professore Brambilla, sono nella sedicesima settimana di gravidanza
e solo un paio di giorni fa ho letto casualmente che le creme contenenti
retinolo sono assolutamente sconsigliate. Sono preoccupata perché il gel
contorno occhi finora usato contiene retinolo. Vorrei sapere se ci sono dei
rischi per la salute del bambino. Grazie infinite.

Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Gentile signora, nel sito dell’Agenzia italiana del farmaco, struttura governativa che si occupa della sicurezza di farmaci e cosmetici, si trova scritto che “l’uso in gravidanza della maggior parte dei prodotti per la cura della pelle non è stato ad oggi associato ad un aumento di malformazioni o altri effetti sullo sviluppo embrionale e fetale. I cosmetici devono comunque essere usati con cautela, in particolare quelli la cui composizione chimica non è specificata. Per numerosi composti chimici in commercio vi sono tuttavia delle specifiche restrizioni all’utilizzo in gravidanza”. In particolare sull’acido retinoico è segnalato che in gravidanza, l’assunzione per bocca di questa sostanza va evitata, in quanto è causa di malformazioni fetali e ritardo mentale. Se il retinolo è impiegato per via topica, vale a dire in pomate, creme o gel, il suo assorbimento è scarso, ma è bene, comunque, avere un atteggiamento prudente ed escluderne l’uso nel corso della gravidanza, Non lo utilizzi più, dunque, d’ora in avanti, per seguireil suggerimento di assumere un “atteggiamento prudente”, ma stia tranquilla perché il quantitativo modestissimo (solo il contorno occhi!) con cui l’ha impiegato fino a ora non dovrebbe aver prodotto alcun danno al bambino. Le faccio i miei migliori auguri per la sua gravidanza. Tanti cari saluti.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo che si sveglia piangendo: cosa può essere?

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

A fronte di un improvviso cambiamento nei ritmi del sonno è opportuno prima di tutto escludere la presenza di un disturbo fisico.   »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti