loi [uid:2553]

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 09/01/2013 Aggiornato il 09/01/2013

Risponde: Dottor Filippo Murina

Una domanda di: loi
Salve dottore, avrei bisogno di un consiglio. Dal 2005 al 2006 ho preso il Roaccutan per curare l'acne. Nel 2011 mi sono sposata e, adesso, stiamo provando ad avere un bimbo dalla metà del 2012. Non vorrei che questo farmaco mi abbia provocato l'infertilità. La ringrazio in anticipo per la sua risposta.

Gentile signora, il Roaccutan non riduce la fertilità, ma se assunto nelle prime dodici settimane di gravidanza può indurre malformazioni. Pertanto non si deve provare a concepire durante la sua assunzione.
Saluti
Murina

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di 9 mesi che si sveglia numerose volte ogni notte

23/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Roberta Levi

L'imperativo è "armarsi di pazienza" perché i risvegli notturni non si risolvono da un momento all'altro. Ci vogliono tempo e qualche trucco "da mamma".   »

Perché si parla di polipo “sospetto”?

17/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Attraverso l'ecografia si può solo "sospettare" la presenza di un polipo all'interno dell'utero, ma per avere la certezza occorre effettuare altre indagini.   »

Integrazione di vitamina D: fino a che età è consigliata?

16/01/2023 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La decisione di continuare a somministrare al bambino la vitamina D anche dopo l'anno di vita va presa con l'aiuto del pediatra curante, che ben conosce i propri piccoli pazienti grazie ai controlli periodici.   »

Fai la tua domanda agli specialisti