Periodo fertile

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 29/08/2013 Aggiornato il 29/08/2013

Risponde: Dottor Gaetano Perrini

Una domanda di: dicarloemanuela@libero.it
Salve, mi chiamo Emanuela ho 29 anni e una bimba di 2 anni e 2 mesi. Ho avuto sempre un ciclo molto regolare e infatti sono rimasta incinta subito non appena sposata. Adesso io e mio marito vorremmo un altro figlio, purtroppo però è da tre mesi che ci proviamo avendo rapporti completi 2/3 volte alla settimana, ma senza successo e non
riusciamo a capirne il motivo. Io non sono molto pratica di calcolo dei giorni fertili, temperatura basale e cose del genere, e quindi vorrei un suo consiglio su cosa è meglio fare in queste situazioni. Esiste un metodo migliore da usare in questi casi? La ringrazio tanto.

Carissima, non mi preoccuperei perché tre mesi di ricerca non sono molti. In ogni caso sarebbe più opportuno mirare i rapporti nel periodo ovulatario che in un ciclo con frequenza regolare ogni 28/30 giorni è normalmente intorno al 14esimo giorno. Se passano altri 9/10 mesi senza successo, contatti il suo specialista di fiducia. Non dimentichi di assumere acido folico già in questa fase di ricerca per ridurre il rischio di malformazioni. Auguroni!

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Piccolissimo che piange perché vuole stare in braccio

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Non stupisce affatto che un bimbo di neppure due mesi smetta di piangere solo quando viene preso in braccio dalla madre. Spetta a quest'ultima trasmettergli l'affettuoso, rassicurante messaggio di esserci per lui sempre e comunque, anche quando è nella culla.   »

Fai la tua domanda agli specialisti