Incinta dopo la chiusura delle tube?

Dottoressa Elisa Valmori A cura di Dottoressa Elisa Valmori Pubblicato il 26/01/2018 Aggiornato il 02/11/2022

Nel caso in cui si sia effettuato l'intervento di chiusura delle tube è necessario indagare sulle cause di eventuali sintomi simili a quelli che caratterizzano una gravidanza.

Una domanda di: Patrizia
Buongiorno ..ho 42 anni, otto anni fa ho effettuato la chiusura delle tube. A aggi ho un ritardo di 12 giorni accompagnato da dolore all’ovaio e al fianco sinistro, mal di schiena gonfiore e dolore al tatto al seno.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Salve signora, data la sua storia di chiusura tubarica sarei propensa a credere che i suoi sintomi, anche se in teoria suggestivi per una possibile gravidanza, non vadano interpretati in questo senso, almeno non come prima ipotesi! E’ possibile che occasionalmente il ciclo abbia dei ritardi nel meccanismo dell’ovulazione e che si facciano sentire gli effetti dell’ormone progesterone in modo più pronunciato (mi riferisco alla tensione/gonfiore al seno, ma potrebbe aver notato anche un umore più instabile con irritabilità e/o tendenza alla lacrima facile o anche una tendenza alla ritenzione idrica) I dolori all’ovaio potrebbero essere legati sia al tentativo di ovulare, sia eventualmente ad una situazione para-fisiologica denominata corpo luteo endoemorragico. A mio avviso è opportuno che lei programmi una visita ginecologica per monitorare questa alterazione del ciclo, effettuando anche una ecografia pelvica che ci consenta di comprendere meglio lo stato di salute del suo apparato genitale. A disposizione per eventuali ulteriori chiarimenti, con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mancato accollamento: è sempre necessario assumere progesterone?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Si parla di "mancato accollamento" quando la parete esterna del sacco gestazionale (corion) non è del tutto adesa alla mucosa uterina: la condizione può risolversi anche solo evitando strapazzi fisici, ovvelo col riposo relativo.  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti