monicanoemi [uid:1073]

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/08/2012 Aggiornato il 03/08/2012

Risponde: Dottor Filippo Murina

Una domanda di: monicanoemi
Salve dottore, sono una mamma di 32 anni con due figli
nati con parto cesareo; la prima per posizione podalica, il secondo per
pregresso cesareo. I cesarei li ho avuti rispettivamente nel 2006 e nel 2010
e precedentemente nel 2004 ho dovuto subire un raschiamento perché alla nona
settimana di gravidanza ho avuto un aborto interno. Io e mio marito vorremmo
avere un terzo figlio, ma siamo un po' titubanti perché questo per me sarebbe
il terzo cesareo e non sappiamo se possa creare problemi e in realtà quanto
sia rischioso. Alla fine della gravidanza del mio secondo figlio ho avuto
anche un forte rialzo della pressione, ma il giorno dopo è nato perché, per
fortuna, era il giorno fissato per la nascita. In più volevo anche
sottolineare che sono in sovrappeso. Dopo questo lungo quadro che le ho
fatto, Lei cosa pensa? Possiamo fare il terzo figlio? Posso subire un altro
cesareo senza rischiare la vita né io né il bambino? Grazie mille in
anticipo!

Gentile Sig.ra,
i rischi conseguenti a un terzo cesareo non sono così elevati come pensa.
Ovviamente è possibile che vi sia qualche aderenza conseguente ai pregressi interventi, ma
l'esecuzione del cesareo in una struttura adeguata e soprattutto in mani esperte, non la
esporrà a nessun grosso rischio
Saluti
Murina

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tosse dei bambini: l’antibiotico serve o no?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

La tosse secca, anche se più disturbante, non deve preoccupare e non richiede inevitabilmente l'antibiotico, che invece va somministrato quando la tosse è “grassa”, con tanto catarro, e si protrae per oltre quattro settimane senza alcun accenno di miglioramento.  »

Strapazzo forte nelle prime settimane di gravidanza: ci sono pericoli?

14/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

L'utero è morbisissimo al suo interno, rivestito da tessuto muscolare elastico all'esterno, e il liquido di cui è piena la camera gestazionale fa da ulteriore ammortizzatore in caso di urti intensi, quindi non è facile (per fortuna!) causare traumi al feto. La natura fa le cose per bene.   »

Bimba di sei anni che tiranneggia mamma e fratello: che fare?

08/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Una bambina costantemente ribelle, che fa continui capricci e assume atteggiamenti provocatori probabilmente ha solo bisogno dei famosi paletti, che segnano il limite da non superare e, per quanto strano possa apparire, fanno sentire i figli amati, protetti, accuditi.   »

Fai la tua domanda agli specialisti