Perdite da impianto?

Dottor Claudio Ivan Brambilla A cura di Dottor Claudio Ivan Brambilla Pubblicato il 12/01/2018 Aggiornato il 11/03/2023

La comparsa di poche gocce di sangue come espressione dell'annidamento del bambino in utero è un'eventualità rara, che spesso passa del tutto inosservata.

Una domanda di: Beatrice
Ho avuto l’ultima mestruazione il 15 novembre. La prossima doveva arrivarmi intorno al 15 dicembre, ma ho un ciclo irregolare essendo in sovrappeso. Non avendo sintomi da mestruazioni e volendo tanto avere un bimbo, ho fatto un test di gravidanza due giorni dopo il ritardo, un altro dopo una settimana e un altro dopo due settimane (dal ritardo). Tutti e tre negativi. Ad oggi le mestruazioni non sono arrivate, ma tre giorni fa sono cominciate piccole perdite marroncine… Non ho mai avuto spotting e ho mestruazioni molto abbondanti. Adesso sì che ho i sintomi delle mestruazioni, continuo a fare la pipì… Potrebbero essere perdite da impianto?? Quando posso fare un altro test? Vi ringrazio in anticipo per la risposta.
Claudio Ivan Brambilla
Claudio Ivan Brambilla

Cara lettrice, non so se sia opportuno fare un altro test di gravidanza, perché se fosse incinta, quelli che ha fatto sarebbero già risultato positivo. Per scrupolo, comunque, se ancora le mestruazioni non fossero arrivate ne esegua un altro. Per quanto riguarda le perdite che lei descrive, escludo si sia trattato di perdite da impianto (o da annidamento), che sono rappresentate (nei rarissimi casi in cui si manifestano, circa 1% delle donne) dalla fuoriuscita di una quantità di sangue talmente modesta da passare a volte inosservata. In effetti, sono poche le donne che le descrivono o che si accorgono di averle avute. Nulla a che vedere dunque con lo spotting che lei mi ha descritto. In caso di risultato del test di gravidanza ancora negativo, le consiglio senz’altro un controllo dal ginecologo, per capire la ragione di questo andamento del ciclo irregolare. In generale, se si desidera dare inizio a una gravidanza è davvero opportuno cercare di recuperare il peso ideale, perché il sovrappeso è un grande nemico della fertilità: ostacola infatti il corretto lavoro delle ovaie favorendo la formazione di ovociti non adatti a essere fecondati. Le ricordo anche, sempre in vista di una gravidanza, di iniziare ad assumere fin da ora l’acido folico, per la prevenzione della spina bifida: 1 compressa da 400 microgrammi al giorno da adesso fino, almeno, a tutto il primo trimestre di gravidanza. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Mal di schiena dal collo alla zona lombare in gravidanza: cosa può essere?

26/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le cause del mal di schiena possono essere varie e vanno dalle cattive posture, all'utilizzo di calzature poco ammortizzate fino ai colpi d'aria e all'accumulo di stress.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Gemelli: è possibile averli solo se c’è familiarità?

20/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

La gravidanza gemellare non è affatto legata alla familiarità, ma è un evento occasionale che può riguardare qualsiasi donna,   »

Fai la tua domanda agli specialisti