Problemi post-parto: perdita di urina

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 03/11/2014 Aggiornato il 11/02/2015

Incontinenza e perdita di urina a distanza di 4 mesi dal parto... Risponde: Dottor Filippo Murina

Una domanda di: cuordileone14
Buonasera dottore, vorrei chiederle se è normale avere qualche perdita di
urina a 4 mesi dal parto (cesareo d’urgenza dopo travaglio e un’ora di
spinta, il bambino era 4,700 kg x 56 cm) e se si può in qualche modo risolvere.
Mi chiedevo inoltre se è possibile al giorno d’oggi non accorgersi delle
dimensioni del feto. Grazie in anticipo

Gentile signora
difficoltà legate alla continenza urinaria nel post-parto sono molto frequenti. Queste
in genere si risolvono spontaneamente in modo graduale, assestandosi ad una situazione di
normalità a 6 mesi dal parto.
Riguardo la possibilità di previsione del peso fetale al termine di gravidanza, seppur
con un range di variabilità in difetto od in eccesso, la valutazione ecografica riesce ad
avere un buon grado di affidabilità.
Complimenti per le dimensioni del suo bimbo!!! Saluti

LA MAMMA E IL POST-PARTO: ELENCO DISTURBI PIU’ COMUNI

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Risvegli notturni dopo mesi di sonno tranquillo

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Può capitare che a nove mesi inizino i risvegli notturni: possono esserne corresponsabili l'ansia da separazione e la dentizione.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti