Problemi al parto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 25/09/2012 Aggiornato il 25/09/2012

Risponde: Dottor Filippo Murina

Una domanda di: VALEFEDE
Ho avuto un parto cesareo due anni e mezzo fa perché, anche dopo vari tentativi, mi è stato detto che non si accorciava il collo dell'utero. È un problema che si ripeterebbe anche in una seconda gravidanza oppure non significa nulla? Inoltre, vorrei sapere se il trattamento che mi hanno fatto con il gel era utile nel mio caso.

L'uso di un gel a base di prostaglandine è un protocollo corretto per indurre le modificazioni che possono innescare un travaglio di parto. È più frequente, ma non obbligatorio, che una mancata modificazione del collo dell'utero si ripeta anche in una gravidanza successiva.

BimbiSani&belli cercherà la risposta che desideri, consultando fonti autorevoli e attendibili.
Il servizio è riservato ai maggiorenni.


Chiedilo a BimbiSani&Belli
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Sertralina in gravidanza: meglio diminuire la dose giornaliera?

14/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In genere il dosaggio medio indicato per la sertralina è tra i 50 e i 150 mg al giorno: se si sta già assumendo una quantità minima rispetto alla posologia può non essere opportuno ridurre ulteriormente la dose, specialmente di propria iniziativa.   »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti