Risvegli notturni a 11 mesi: che fare?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/11/2017 Aggiornato il 16/11/2017

E' bene sempre andare a consolare il bambino, quando si sveglia di notte piangendo.

Una domanda di: Daniela
Salve sono la mamma di un bimbo di 11 mesi, mio figlio durante la notte si sveglia piangendo poi si appoggia nella barra del lettino e allunga la mano come se ci cercasse. Premesso che non l\’aveva mai fatto perché mi dormiva tutta la notte cosa può essere?

Leo Venturelli
Leo Venturelli

Cara mamma, capiterà sempre più spesso che il suo piccolino faccia qualcosa che “prima non aveva mai fatto”: è impensabile infatti che i bambini e i loro comportamenti rimangano sempre gli stessi nel corso della crescita. Evidentemente suo figlio si trova alle prese con l’ansia da separazione, che è il sentimento angoscioso che entro l’anno di vita (spesso intorno agli otto mesi) riguarda un po’ tutti i bambini. Nasce dalla paura di perdere la mamma, di non ritrovarla quando si allontana, e richiede pazienza e affettuosa disponibilità. Quando il bambino si sveglia di notte e la cerca lei vada a tranquillizzarlo, abbracciandolo e parlandogli con dolcezza. Di giorno faccia il gioco del cucù, che consiste appunto nel nascondere il viso dietro le mani o un libro o un cuscino e poi nel riapparire subito ridendo. Aiuta i piccolini a capire che la mamma torna sempre, anche quando per un po’ sparisce. Stia dunque tranquilla, quello che racconta rientra nella normalità, il suo bimbo sta crescendo, acquisendo le prime consapevolezze: così è il cammino lungo l’infanzia…Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

C’è una pianta officinale per favorire la lattazione?

17/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonello Sannia

Esiste una buona documentazione scientifica che comprova gli effetti benefici del Cardo mariano sulla lattazione.   »

Dosaggio delle beta-hCG a nove giorni dal rapporto a rischio

12/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Gaetano Perrini

Un prelievo di sangue effettuato a pochi giorni dal rapporto sessuale per verificare se il concepimento è avvenuto fornisce un risultato non attendibile, Meglio evitare.   »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti