Sull’opportunità di effettuare indagini invasive

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 12/01/2018 Aggiornato il 12/01/2018

Non c'è fretta di eseguire esami invasivi, se non ci sono particolari problemi a suggerirne l'opportunità.

Una domanda di: Marianna
Grazie dottoressa per la continua disponibilità, le allego i referti dei tamponi fatti in precedenza. Sono
combattuta per questo esame (l’isterosalpingografia) che forse potrebbe risolvere il mio “problema”, ma ho paura. Oltre questo cos’altro è da fare? Sto assumendo vitamina D e
acido folico.
Elisa Valmori
Elisa Valmori

Cara signora, non vedo le date in cui ha effettuato i tamponi vaginali e cervicali ma vedo che sono tutti per fortuna negativi.
Mi sento quindi di tranquillizzarla: a mio avviso non c’è alcuna fretta di sottoporsi all’isterosalpingografia…immagino che lei sia alla ricerca di conferme rapide e immediate sulla sua possibilità di avere un secondo figlio, ma purtroppo la fretta e lo stress non sono proprio di aiuto per favorire la fertilità. Le ripropongo la possibilità di conoscersi meglio attraverso i metodi naturali: sono utili anche per sintonizzarsi meglio con il nostro corpo e i suoi ritmi…vedrà che ne vale la pena! Impari dunque a riconoscere le secrezioni che caratterizzano l’ovulazione e naturalmente tenga conto del fatto che l’ovulazione si verifica in genere a metà del ciclo mestruale, inteso come arco di tempo tra l’inizio di una mestruazione e l’inizio di quella successiva.
Quanto alla vitamina D e all’acido folico, sono entrambi utili per chi sia alla ricerca della gravidanza…se volessimo “esagerare” eventualmente esistono dei multivitaminici appositamente studiati proprio per il periodo pre-concezionale che, oltre alla vitamina D e all’acido folico, apportano anche altre vitamine e minerali utili per il concepimento.
In ogni caso, niente come una vita sana a livello di dieta, ritmo sonno-veglia e se possibile una blanda attività fisica può esserle di aiuto per coronare il suo sogno. Con cordialità.

Il parere dei nostri specialisti ha uno scopo puramente informativo e non può in nessun caso sostituirsi alla visita specialistica o al rapporto diretto con il medico curante. I nostri specialisti mettono a disposizione le loro conoscenze scientifiche a titolo gratuito, per contribuire alla diffusione di notizie mediche corrette e aggiornate.

Se non trovi la risposta al tuo quesito, fai la tua domanda ai nostri specialisti. Ti risponderemo prima possibile. Fai una domanda all’esperto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti